Domenica, 24 Ottobre 2021
Politica

"Dormitorio: i problemi ci sono, ma entro il 2023 sarà rimesso a nuovo"

L'assessore Mauro Masiello dopo le critiche di Movimento Regione Salento: "Criticità annose, ma questa Amministrazione si è già impegnata per risolverle"

BRINDISI – Dopo le criticità sollevate ieri (16 settembre) dal Movimento Regione Salento sul dormitorio di Brindisi, l'assessore al Contenzioso e Legalità Mauro Masiello (nella foto sotto) torna sull'argomento, riconosce i problemi e spiega che “questa Amministrazione si sta già impegnando”. Annuncia infatti che entro il 2023 il dormitorio sarà rimesso a nuovo. Masiello riconosce che quello delle vaccinazioni anti-Covid “è un problema, ma non l'unico. La maggior parte di loro (degli ospiti, ndr) ha regolare permesso di soggiorno e risiede là perché non è stato in grado di trovare casa. Anche le abitazioni sono un nodo serio per questi ragazzi. Sono materialmente espulsi dal mercato delle locazioni, non hanno garanzie lavorative (contratti a tempo indeterminato, ad esempio) da esibire ai locatori”.

Mauro Masiello-2

Quindi il fatto che gli ospiti non siano vaccinati non è l'unica criticità registrata. Prosegue Masiello: “Intanto, quella è una realtà che esiste da oltre dieci anni. I problemi sono annosi. La struttura è malmessa, io ci sono stato più volte per fare sopralluoghi. Ha accessi da più punti. E' difficile da gestire e controllare. Servono interventi, di concerto anche con la Soprintendenza. Leggo (nel comunicato di Movimento Regione Salento, ndr) di 160 ospiti, non so dove abbiano preso questi numeri. A me risulta una capienza massima di 100 persone, adesso ce ne dovrebbero essere 140, che è la capienza massima teorica”.

Il Comune fa svolgere settimanalmente una attività di pulizia – esterna e interna – della struttura. Ma per il futuro? Anche qui Masiello spiega che l'Amministrazione non è immobile. E aggiunge che il Comune ha partecipato a un Pon (programma operativo nazionale) legalità 2014-20 del ministero degli Interni, nel 2018. “Abbiamo vinto e ottenuto un milione e 600mila euro per un progetto. C'è già il bando per la rivalutazione completa dell'immobile. Il bando è stato vinto da un raggruppamento tra professionisti di Monza. Attualmente bisogna depositare il progetto definitivo, entro il mese di ottobre. I lavori dovrebbero essere chiusi nel 2023. L'assessore Lettori ha mandato comunicazione al prefetto, chiedendo un tavolo con associazioni e Questura riguardo queste problematiche”.

E' stato quindi istituito un tavolo di confronto sul dormitorio, sulla situazione igienico-sanitaria, dunque. Ed entro il 2023, dice Masiello, la situazione dovrebbe cambiare. Ma il problema delle vaccinazioni anti-Covid degli ospiti permane.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Dormitorio: i problemi ci sono, ma entro il 2023 sarà rimesso a nuovo"

BrindisiReport è in caricamento