rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Politica

Dormitorio, preparativi per lo sgombero

BRINDISI - In attesa che partano i lavori, il cui inizio è atteso a giorni, si susseguono gli incontri finalizzati a predisporre al meglio il trasferimento degli immigrati attualmente presenti nel dormitorio di vai Provinciale San Vito. Questa mattina il sindaco Mimmo Consales e l’assessore alle Politiche sociali Marika Rollo hanno incontrato il prefetto Nicola Prete per iniziare a valutare gli aspetti operativi e la tempistica dello sgombero, questioni che saranno oggetto di una specifica convocazione del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza prevista per mercoledì 9 gennaio, alle ore 10, in Prefettura.

BRINDISI - In attesa che partano i lavori, il cui inizio è atteso a giorni, si susseguono gli incontri finalizzati a predisporre al meglio il trasferimento degli immigrati attualmente presenti nel dormitorio di vai Provinciale San Vito. Questa mattina il sindaco Mimmo Consales e l'assessore alle Politiche sociali Marika Rollo hanno incontrato il prefetto Nicola Prete per iniziare a valutare gli aspetti operativi e la tempistica dello sgombero, questioni che saranno oggetto di una specifica convocazione del Comitato per l'Ordine e la Sicurezza prevista per mercoledì 9 gennaio, alle ore 10, in Prefettura.

Consales ha confermato l'impegno ad ultimare i lavori di ristrutturazione entro due mesi dalla consegna dell'immobile alla ditta aggiudicatrice dell'appalto, ma ha anche fatto presente al prefetto che «i problemi relativi alla gestione di queste emergenze non possono gravare interamente sull'Amministrazione comunale».

I lavori di ristrutturazione del Centro di accoglienza saranno eseguiti dalla ditta Bagnato, l'importo dei lavori ammonta a circa 120 mila euro. Gli immigrati troveranno rifugio per due mesi in una scuola abbandonata del rione Perrino. «Tra un anno», dice l'assessore ai Servizi sociali, Marika Rollo, «la città potrà contare su un centro polifunzionale per immigrati, in via di realizzazione a Tuturano: la gara per un milione di euro è già stata espletata ed i lavori sono iniziati da qualche mese». Il nuovo centro di accoglienza nascerà in un immobile sequestrato alla Sacra corona unita.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dormitorio, preparativi per lo sgombero

BrindisiReport è in caricamento