Domenica, 1 Agosto 2021
Politica

"Tap, un tavolo per i Comuni 'impattati' e uno per quelli interessati da Snam"

La proposta dell'europarlamentare Caroppo: "Serve un altro criterio per eliminare lo stallo preannunciato"

BRINDISI - "Sulla vicenda Tap mi permetto di proporre al sottosegretario Turco e ai prefetti di Lecce e Brindisi un un metodo diverso. Anziché tenere distinti i tavoli tra i Comuni della provincia di Brindisi e quelli della provincia di Lecce, può essere più opportuno utilizzare un altro criterio di distinzione e convocare un tavolo per i Comuni interessati dal terminale di ricezione (Prt) di Tap (Melendugno, Vernole, Lizzanello e Castrì ai quali va aggiunto Calimera, il cui centro abitato è a poche centinaia di metri) e un tavolo per i Comuni che sono attraversati dal gasdotto sotterraneo Snam (Lecce, Surbo, Brindisi, San Pietro Vernotico e Torchiarolo)".  E' quanto propone l'europarlamentare Andrea Caroppo (foto sotto), componente della commissione Industria, energia e ricerca al Parlamento Europeo.

Andrea Caroppo-2

"Incontrare i Comuni secondo questa modalità potrebbe consentire di eliminare lo stallo preannunciato tra i comuni maggiormente 'impattati' dall’'pera che in questo momento sono contrari a qualsiasi interlocuzione sui ristori in attesa degli esiti del procedimento penale. Invece per i Comuni interessati dalla rete sotterranea Snam potrebbe - spiega Caroppo - essere anche un'ottima occasione per iniziare la necessaria e corretta programmazione di area vasta (come chiarito anche dal ministro Provenzano) relativa al futuro Cis tra Lecce e Brindisi includendo anche il territorio cerniera del sud brindisino e del nord leccese caratterizzato da una solida e comune vocazione produttiva".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Tap, un tavolo per i Comuni 'impattati' e uno per quelli interessati da Snam"

BrindisiReport è in caricamento