Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Politica

E Salvatore Brigante sbotta contro il commissario cittadino del Pd

Doveva essere una tranquilla presentazione del bilancio sociale dell’anno 2014 della città di Brindisi, il primo in assoluto prodotto da questo Comune, ma sono state le frasi del presidente della commissione consiliare per la Programmazione economica, Salvatore Brigante, rivolte alla commissaria cittadina del Partito democratico, Sandra Antonica, a catturare l’attenzione dei presenti

BRINDISI - Doveva essere una tranquilla presentazione del bilancio sociale dell’anno 2014 della città di Brindisi, il primo in assoluto prodotto da questo Comune, ma sono state le frasi del presidente della commissione consiliare per la Programmazione economica, Salvatore Brigante, rivolte alla commissaria cittadina del Partito democratico, Sandra Antonica, a catturare l’attenzione dei presenti.

Poche parole, velate di sarcasmo e accompagnate dallo sbattere scenografico di pugni sul tavolo, ma che, all’indomani della lettera con la quale il presidente della Regione Puglia, nonché segretario regionale del Pd, Michele Emiliano e la già citata commissaria Antonica hanno chiesto ufficialmente le dimissioni dalla giunta dell’assessore all’Urbanistica, Lino Luperti e del suo collega all’Ambiente, Antonio Monetti, non sono passate inosservate. 

Una lettera indirizzata ai consiglieri comunali eletti tra le fila del Partito democratico, compreso il consigliere Brigante, che non si è lasciato sfuggire l’occasione di esprimere tutto il suo disappunto, davanti alle telecamere, sulla presa di posizione del gotha regionale del partito.

“Ho voluto consegnare una copia del documento alla dottoressa Antonica - dichiara Brigante a BrindisiReport.it - con una dedica speciale, visto che Salvatore Briganteil bilancio sociale redatto dal Comune e dall’Ipres raccoglie quanto di buono fatto da questa amministrazione. Preferirei che con il presidente Emiliano, e con chi ha mosso dubbi verso questa amministrazione, si possa instaurare un dialogo fruttuoso su temi più importanti. Noi vogliamo che si discuta di polo industriale, di porto e ambiente, mentre siamo costretti a rispondere su qualunque azione, anche la più insignificante, si porti avanti”.  

Ma andiamo con ordine, questa mattina (28 dicembre), presso Palazzo Nervegna, una sala gremita ha preso parte alla presentazione del primo bilancio sociale, riferito al 2014, della città di Brindisi. Un documento importante, che nelle migliori intenzioni di chi se ne occupato dovrebbe descrivere, nella totale trasparenza, il lavoro svolto dall’Amministrazione, nello specifico, l’Amministrazione Consales, nell’anno sopracitato, un rendiconto di tutte le attività svolte e dei servizi resi, senza tralasciare le risorse impiegate a tal fine.

L’Ipres, l’istituto pugliese di ricerche economiche e sociali che ha redatto il documento, ha suddiviso il lavoro in tre sezioni: identità dell’ente, una presentazione generale, una descrizione della missione, dei valori e dei principi di riferimento del comune di Brindisi; gestione delle risorse finanziare, una rendicontazione di tutte le risorse economiche, tra entrate ed uscite, del 2014; in ultimo la relazione sociale dove si riportano interventi e azioni realizzate dall’amministrazione nel corso dell’anno preso in esame. Per fare ciò l’Ipres ha individuato sei macroaree strategiche, quasi un’ossatura della rendicontazione: cultura, welfare, governo e territorio, efficienza della macchina pubblica, ambiente e verde urbano e sviluppo economico. 

Un lavoro curato nello specifico dalla dottoressa Roberta Garganese, responsabile dell’area di ricerca istituzionale dell’Ipres, con la supervisione del dirigente degli uffici di Gabinetto del Comune di Brindisi, Angelo Roma. Un documento che manterrà la sua importanza e la sua utilità solo se avrà un seguito, solo se il bilancio sociale 2014 sarà seguito dal documento del 2015. Solo in questo caso non rimarrà un’opera fine a se stessa, uno spreco di risorse umane ed economiche; per sapere ciò bisognerà attendere necessariamente il nuovo anno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E Salvatore Brigante sbotta contro il commissario cittadino del Pd

BrindisiReport è in caricamento