Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Politica San Vito dei Normanni

Comunali San Vito/ Conte: "Presto un tavolo per il programma unitario"

Il prossimo passo del candidato sindaco Domenico Conte sarà quella della convocazione di un tavolo unitario con i movimenti San Vito Bene Comune che comprende anche Sel, e San Vito ai Cittadini

SAN VITO DEI NORMANNI - Il prossimo passo del candidato sindaco Domenico Conte sarà quella della convocazione di un tavolo unitario con i movimenti San Vito Bene Comune che comprende anche Sel, e San Vito ai Cittadini, per proporre l'avvio della formulazione di un programma unitario. Conte lo aveva anche annunciato: il suo obiettivo è mettere insieme tutte le idee e le sensibilità di chi intende determinare una svolta nell'amministrazione di San Vito, dopo venti anni di centrodestra.

"Mi sto muovendo oltre le alleanze certe e quelle possibili, verso quelle considerate 'impossibili' inizialmente", dice Conte. "La chiarezza e le effettive intenzioni di ognuno non possono essere filtrate da voci, o da terzi soggetti. Guardandosi in faccia, allo stesso tavolo, e confrontandosi liberamente si eliminano eventuali equivoci e convinzioni errate, e si possono costruire le intese". Candidato dal Pd locale, Domenico Conte ha però detto subito che intende essere l'uomo dell'alleanza di centrosinistra basata sulla pari dignità tra gli alleati.

La sua candidatura, che ha portato una svolta in un centrosinistra che sembrava incerto e comunque diviso, adesso preoccupa gli avversari che avrebbero già avviato il lavoro di contrasto a uomo, nei settori della società locale potenzialmente favorevoli a sostenere il concittadino poliziotto, che annuncia di voler essere "un sindaco di strada", attento al dialogo con i cittadini per "leggere" i problemi non solo attraverso le carte amministrative.

Forza Italia, che aveva inviato a San Vito il senatore Vittorio Zizza come commissario, si ritrova divisa tra le liste dell'ex sindaco Alberto Magli il quale, escluso dal gruppo dirigente provinciale, ha trovato l'appoggio di quasi tutti i consiglieri e gli assessori uscenti della sua maggioranza di centrodestra, mentre il partito ufficiale ha designato Silvana Errico come candidato ufficiale. Sembrava destinata ad essere polarizzata dallo scontro tra i due, la campagna per le amministrative di maggio, ma non sarà più così.

"Spero di raggiungere presto l'unità attorno al programma, per partire con tutti gli alleati nel lavoro di incontro e discussione con i cittadini - dice ancora Domenico Conte -. C'è molta attenzione positiva attorno a noi, anche tra i giovani, e dobbiamo valorizzare tutto questo sia nel programma che nell'ascolto dei bisogni e delle speranze, e parlare di soluzioni concrete ai problemi del paese".

Il centrodestra, da quanto si sa, sta inserendo tra i propri cavalli di battaglia la questione della borgata marina di Specchiolla. San Vito dei Normanni, pur essendo stata la sede del feudo dei nobili agrari Dentice di Frasso che prima della riforma agraria estendevano le proprie aziende sino al mare e sino ad Apani e Restinco, in direzione di Brindisi, si ritrova con un territorio che non ha sbocchi sulla costa, assegnata interamente al Comune di Carovigno sino a Torre Guaceto, e pur essendo Specchiolla la marina soprattutto dei sanvitesi.

Il fondatore della lista San Vito in Movimento, Pino De Carlo, non a caso ha puntato subito su questo argomento annunciando che secondo i suoi esperti legali una ridefinizione territoriale è possibile. E non a caso sembra che lo stesso impegno lo stia prendendo il senatore Zizza, pur essendo stato sindaco di Carovigno. "Ma questo è un tema fuorviante - dice Conte - perchè il futuro del governo del territorio non sono le ridefinizioni dei confini, ma le unioni tra Comuni per definire e risolvere i problemi con le nuove competenze che saranno assegnate dopo lo scioglimento definitivo delle province. E le unioni si fanno costruendo la collaborazione, non i conflitti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali San Vito/ Conte: "Presto un tavolo per il programma unitario"

BrindisiReport è in caricamento