Politica Mesagne

Matarrelli pronto alla sfida: domani presentazione del terzo in campo

Nella stesa mattinata di domenica 24 marzo urne aperte per le primarie che indicheranno il candidato del centrodestra

MESAGNE – Una riserva già sciolta da tempo, come già raccontato dal nostro giornale, ma ufficialmente solo questa mattina con un comunicato di poche righe: il terzo sfidante in campo per la carica di sindaco a Mesagne è l’ex consigliere regionale ed ex parlamentare Toni Matarrelli, origini in Rifodnazione Comunista, da domani mattina alla testa di nove liste civiche della coalizione #insintonia per ambire alla guida della città nei prossimi anni.

La sintonia è proprio ciò che è mancato nelle ultime amministrazioni comunali, in cui Toni Matarrelli ha avuto parte importante sia pure non direttamente da amministratore. Oggi la promette, e dovrà vedersela con Rosanna Saracino, penalista schierata dal Pd, e con Silvia Rosato, avvocato anche lei, su cui punta il Movimento 5 Stelle chiedendo ovviamente la maggioranza assoluta agli elettori. Un quarto pretendente uscirà dalle primarie del centrodestra, che domani domenica 24 marzo coincidono proprio con la presentazione ufficiale di Mattarelli e del suo programma (ore 10,30, sala del castello normanno svevo), tra due tecnici: il geometra Carmine Dimastrodonato e l’ingegnere Walter Zezza.

Non è ufficiale invece se Matarrelli sarà appoggiato dal consigliere regionale Mauro Vizzino e dal padre di questi, sindacalista Uil. Forse i due avrebbero gradito una scadenza amministrativa comunale in sintonia con le elezioni regionali, per ovvie ragioni. Ora puntare su Matarrelli è comunque una scommessa: se vincesse, la spinta per la rielezione di Vizzino al consiglio regionale giustificherebbe il ticket; una sconfitta complicherebbe le cose.

Nelle nove liste che Toni Matarrelli annuncia c’è comunque una grande trasversalità se il punto di comparazione sono i partiti, ma lo spirito dichiarato non è quello, bensì un richiamo al civismo per il bene della comunità locale. Con questa mossa, l’ex deputato si è candidato anche al ruolo di convitato di pietra nello scontro tra le due avvocatesse, che inevitabilmente non potrebbero, alla fine, fare a meno di considerarlo il vero avversario da battere, e ciò fa brodo, anzi doppio brodo.

La pletora di liste, fenomeno sempre più frequente nelle elezioni comunale, è il grande problema obiettivo invece che si troveranno di fronte gli elettori mesagnesi. Tornare a proposte di candidatura più selezionate, discusse e meditate aiuterebbe molto chi deve andare a votare, e sarebbe un segnale di alta attenzione verso le competenze e le qualità individuali. Intanto la campagna elettorale è di fatto cominciata. Sempre domenica mattina, dalle 9 alle 13, la candidata del centrosinistra Rosanna sarcino sarà alla villa comunale per incontrare i cittadini, e discutere del suo progarmma "Tutta un'altra storia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Matarrelli pronto alla sfida: domani presentazione del terzo in campo

BrindisiReport è in caricamento