rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Politica

Elezioni presidente della Provincia: si fa avanti il sindaco Rizzo

Il primo cittadino di San Pietro di auto-candida e lancia un appello trasversale a colleghi e consigli comunali. Il centrodestra lo sosterrà

BRINDISI – Per l’ormai vicino giorno del rinnovo del consiglio provinciale di Brindisi (31 ottobre), elezione cui possono partecipare solo i membri dei consigli comunali, la candidatura ufficiale alla carica di presidente dell’ente è al momento solo una: quella del sindaco di San Pietro Vernotico, Pasquale Rizzo, ex Udc ed ora – come egli stesso sottolinea in un comunicato di questa sera - senza alcuna tessera in tasca. Resta ancora senza conferma la candidatura del centrosinistra, che dovrebbe convergere su un altro sindaco, quello di Brindisi, Riccardo Rossi.

Il sindaco Pasquale RizzoIl centrodestra è formalmente in cerca di autore, ma potrebbe piacere Rizzo, almeno alla parte moderata dell’alleanza. Rizzo nella sua nota afferma di aver ricevuto sollecitazioni a candidarsi da più parti, e non solo dal centrodestra e da amici, ma ha deciso di entrare in campo “invertendo un modello di individuazione del candidato: sono io a propormi quale candidato alla presidenza della Provincia chiedendo tanto ai rappresentanti provinciali dei partiti o delle forze civiche ma anche e soprattutto ai singoli sindaci e consiglieri comunali di sottoscrivere la mia candidatura, partendo quindi non dai tradizionali tavoli come indicati dall’esponente autorevole del centrosinistra, ma dalla valutazione della persona”. 

Una scelta che si è dimostrata vincente alle elezioni comunali di San Pietro Vernotico, e che potrebbe scompaginare i progetti in discussione sui soliti tavoli delle coalizioni. Certo non sarà però il centrosinistra a rimetterci: su Rossi, se sarà confermata questa ipotesi (ma va ricordato che l'ignegnere dell'Enea ha già grosse grane con i problemi del capoluogo, e l'aggiunta di quelli della Provincia costituirebbe un peso davvero notevole), saranno d’accordo non solo sindaci e maggioranze consiliari a trazione Pd, ma anche sindaci e consiglieri comunali indipendenti ma dell’area, o espressi da altre forze di sinistra. Rizzo non può che sperare pertanto nei movimenti civici, oltre che nei moderati di centro (la destra ormai si identifica nella Lega e in Fratelli d’Italia).

Aggiornamento: il centrodestra appoggerà Rizzo

In tarda serata è arrivata una nota congiunta del centrodestra, lega e Fdi inclusi, con la dichiarazione di sostegno a Rizzo. Una tempestività che lascia ritenere che "l'operazione Rizzo" abbia richiesto più di qualche ora, e che abbia radici in una intesa quanto meno già abbozzata in precedenza. "Prendiamo atto della disponibilità mostrata dal sindaco Pasquale Rizzo e del grande entusiasmo con il quale lo stesso si accinge ad affrontare questa esaltante avventura che lo porterà alla guida dell'Ente provinciale", si legge nel comunicato.

"Pasquale Rizzo rappresenta per competenza, esperienza e responsabilità politica, in uno alle sue indubbie doti umane, la figura attorno alla quale costruire un progetto pluralista di sana e proficua gestione politico-amministrativa della nostra Provincia che continua a conservare importanti funzioni e competenze. Siamo ben lieti di poter sostenere ed affiancare l'amico Pasquale in questa sfida che ci vedrà convintamente al suo fianco". Firmato Forza Italia (Antonio Andrisano), Lega (Anna Rita Tateo), Fratelli d'Italia (Erio Congedo), Noi con l'Italia (Vittorio Zizza), e Idea (Claudio Niccoli).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni presidente della Provincia: si fa avanti il sindaco Rizzo

BrindisiReport è in caricamento