Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica

Elezioni regionali e curiosità: la più giovane ha 20 anni, il più agé 68

Ai nastri di partenza ci sono 91 candidati con un unico obiettivo, dal più giovane che di anni ne ha venti, al plus agé che di primavere ne ha festeggiate 68: raggiungere via Capruzzi, a Bari, sede del Consiglio regionale della Puglia, dove di scranni disponibili ce ne sono 50, dopo il recente taglio arrivato con la nuova legge

BRINDISI – Ai nastri di partenza ci sono 91 candidati con un unico obiettivo, dal più giovane che di anni ne ha venti, al plus agé che di primavere ne ha festeggiate 68: raggiungere via Capruzzi, a Bari, sede del Consiglio regionale della Puglia, dove di scranni disponibili ce ne sono 50, dopo il recente taglio arrivato con la nuova legge. 

Sono pronti per il round finale in vista dell’appuntamento del 31 maggio prossimo, quando i pugliesi saranno chiamati a scegliere direttamente il governatore tra sette candidati. Stando all’ordine che appare nel manifesto “ufficiale” che porta le firme del presidente dell’ufficio centrale circoscrizionale, Giuseppe Licci, e del presidente dell’ufficio centrale regionale, Marcello De Cillis, partecipano alla corsa: Antonella Laricchia per il Movimento Cinque stelle; Adriana Poli Bortone, sostenuta da Forza Italia, Partito liberale italiano (Pli), Puglia Nazionale (lista che schiera quattro nomi e non cinque come le altre) e Noi con Salvini; Michele Rizzi per il Partito di alternativa comunista; Mariggiò Gregorio dei Verdi (che hanno presentato due nominativi per i consiglieri); Riccardo Rossi per l’Altra Puglia; Francesco Schittulli sostenuto da Oltre con Fitto, Movimento politico Schittulli-Area Popolare, Meloni Fratelli d’Italia; Michele Emiliano che di liste di supporto ne ha sette, Noi a sinistra per la Puglia, Emiliano sindaco di Puglia, Partito democratico, Pensionati e invalidi, Popolari, Pci, La Puglia con Emiliano e Popolari per l’Italia. 

Diciannove liste in tutto, quindi, alcune composte last minute come più di qualche volta accade in occasione delle elezioni. Una campagna all’insegna dei social network, tanto da essere tenuta a battesimo come  “2.0” perché i confronti, spesso dai toni accesi, tra i candidati avvengono sui social network con in testa Facebook, seguito da Twitter. Si leggono commenti e si vedono foto di incontri nei comitati elettorali, così come post che annunciano gli appuntamenti. Tutto per strappare voti. 

Ma il punto è che prima ancora che conquistare la fiducia dell’elettore, sarebbe necessario convincere gli aventi diritto al voto ad esercitare quello che è anche un dovere, visto che all’ultimo appuntamento il partito dell’astensionismo si è fatto sentire parecchio.

Forse proprio per convincere i giovani a fare politica, questa tornata presenta candidati di fascia di età media: gli aspiranti sono per lo più quarantenni, alla prima esperienza. Non mancano gli under trenta e neppure chi è a un passo dall’arrivare a 70 anni. La più giovane tra i 91 candidati al consiglio regionale si chiama Sarah De Luca ed è nella lista di Michele Rizzi governatore di Puglia, il più avanti con l’età è Nicola Santoro della Puglia Nazionale che sostiene Adriana Poli Bortone.

Sfogliando le liste con le generalità dei concorrenti per la circoscrizione della provincia, emerge qualche altra curiosità. Per esempio, si scopre che Brindisi resta indietro rispetto alla vicina Mesagne quanto a natali regalati a chi affronta la competizione: dieci sono i candidati nati nel capoluogo, cinque in più quelli che sono nati a Mesagne. Otto quelli originari di Francavilla Fontana, sei gli ostunesi, cinque i baresi, quattro i tarantini e quanti arrivano da San Pietro Vernotico, tre i leccesi. 

Poi ci sono candidati nati a Milano (uno), a Ivrea (uno), Porto Tolle (uno), Avellino (uno)  a Napoli (uno) e c’è anche chi è venuto al mondo nel Regno Unito, salvo poi arrivare in Italia e scegliere il Brindisino. Rivali a un passo dall’affrontarsi per strappare il biglietto in direzione Bari.

I candidati brindisini alle regionali-2

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni regionali e curiosità: la più giovane ha 20 anni, il più agé 68

BrindisiReport è in caricamento