Politica

Assunzione di civili alla base navale di Brindisi: emendamento dei 5 Stelle

Il parlamentare Giovanni Luca Aresta è il primo firmatario della proposta di modifica della legge di Bilancio

Un emendamento alla legge di Bilancio che, in caso di approvazione, consentirebbe l’assunzione di personale civile anche presso la basa navale di Brindisi. Il primo firmatario è il deputato Giovanni Luca Aresta, capogruppo del M5S nella Commissione difesa della Camera dei Deputati.  “Dopo l’assunzione di 315 dipendenti all’Arsenale di Taranto che abbiamo già approvato nel DL agosto – afferma Aresta - il mio emendamento estenderà anche alla base navale di Brindisi questa possibilità. Per il nostro territorio sarebbe una boccata di ossigeno, in una situazione drammatica per l’occupazione come quella attuale.” 

La base navale di Brindisi-2

“In questi anni – prosegue Aresta - la progressiva riduzione di organico del personale civile della Difesa ha comportato un aumento e una maggiore complessità dei compiti assegnati al personale civile, per questo motivo l’altro emendamento, il secondo, prevede che quota parte dei risparmi (50%) derivanti dalla riduzione di organico citata venga destinata al personale civile sotto forma di indennità di funzione mensile”.

Per Aresta “più posti di lavoro tra il personale della Difesa e più salari decorosi per questi operai e tecnici che ogni giorno garantiscono l’efficienza delle nostre Forze Armate, sono atti fondamentali necessari per un modello di Difesa integrato e moderno”.

“Rinnovo l’auspicio che entrambi gli emendamenti siano approvati sia dai partiti di maggioranza che da quelli di opposizione. Quando si tratta di un settore strategico per il Paese – conclude il parlamentare - è necessario mettere da parte le collocazioni politiche e non far mancare il sostegno di tutti.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assunzione di civili alla base navale di Brindisi: emendamento dei 5 Stelle

BrindisiReport è in caricamento