rotate-mobile
Politica Centro Storico / Piazza Della Vittoria

Enrico e il candidato sindaco Riccardo: dialogo fra i due Rossi

Il presidente della Regione Toscana torna a Brindisi per un evento in programma venerdì 1 giugno in piazza Vittoria

Enrico Rossi a Brindisi

Uno dei maggiori esponenti di Leu (Liberi e uguali), il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, venerdì prossimo (1 giugno) tornerà a Brindisi per prendere parte a un dialogo con Riccardo Rossi, candidato sindaco della coalizione di centrosinistra (Pd, Leu, Brindisi bene comune, Ora tocca a noi) su tematiche riguardanti il futuro della città e la politica nazionale.  Il dialogo, moderato da Fabio Mollica, si svolgerà a  partire dalle ore 19,30 presso piazza Vittoria. 

Imprese e sindacati: le proposte di Riccardo Rossi

"Ho oggi incontrato - dichiara il candidato sindaco Riccardo Rossi - nell’ambito della nostra campagna di ascolto e confronto con le principali realtà del mondo del lavoro della la città, i vertici della Cna di Brindisi. Nel corso dell’incontro abbiamo avuto la possibilità di confrontarci sui principali temi legati al mondo delle imprese della città di Brindisi, dai rapporti tra aziende locali e grandi imprese, alle possibili occasioni di sviluppo del territorio".

"Ho anche in questo incontro, così come nell’incontro con le Organizzazioni Sindacali, avanzato una proposta di lavoro per la definizione di un Patto di Sviluppo per il Territorio che possa finalmente vedere unite le istituzioni, le imprese e le organizzazioni sindacali nel definire un rapporto chiaro e trasparente con le grandi imprese del territorio. Penso che sia giunto il tempo che si definisca un protocollo con il quale le grandi aziende presenti a Brindisi si impegnino a valorizzare imprese e lavoro della città di Brindisi".

"Un patto - prosegue Rossi - con il quale le tante multinazionali dall’aeronautico al settore della chimica e dell’energia definiscano chiaramente i loro piani industriali e di investimento nel territorio e consentano alle aziende locali, in grado quindi di programmare le attività, di poter avere un rapporto privilegiato nelle forniture e negli appalti. Così come si costruiscano gare non basate sul massimo ribasso o su base di gara insostenibili per le aziende.  Così come garanzie nei cambi di appalto debbono essere fornite ai lavoratori che spesso si vedono licenziati o riassunti con condizioni peggiorative".

"Così come fondamentale - afferma ancora Rossi - sarà aprire con il Governo ed Enel un tavolo per la sfida posta dalla Sen, il superamento del carbone con l’apertura di una nuova fase che preveda nuovi investimenti in bonifiche e nuove attività, ad esempio nel campo delle rinnovabili e delle reti intelligenti che debbono salvaguardare il lavoro e la salute dei cittadini. Né possiamo più concedere che Versalis, del gruppo Eni, possa raggiungere risultati record nei profitti e trascurare Brindisi negli investimenti in sicurezza o in nuove attività quali la chimica verde basata su materiali biodegradabili che oggi rappresentano il futuro del settore. Avanzeremo questa proposta e questi temi anche nel prossimo incontro con Confindustria Brindisi organizzato per venerdì 1 giugno". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enrico e il candidato sindaco Riccardo: dialogo fra i due Rossi

BrindisiReport è in caricamento