rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Politica

Esclusione dal bando "Sport e periferie", il Comune punta all'impugnazione

I lavori di rigenerazione e adeguamento della pista di atletica leggera, nel complesso sportivo di contrada Masseriola, prevedevano la sistemazione dell'impianto

BRINDISI - La giunta comunale ha approvato oggi, venerdì 5 novembre, la delibera per l’impugnazione del decreto, emesso dal dipartimento per lo Sport della presidenza del Consiglio dei Ministri, che ha escluso dal bando “Sport e periferie” il progetto per la pista di atletica “Montanile”. I lavori di rigenerazione e adeguamento della pista di atletica leggera, nel complesso sportivo di contrada Masseriola,  prevedevano la sistemazione dell’impianto al fine di metterla a disposizione per l’attività agonistica nazionale.

Il progetto è stato escluso dalla graduatoria dei progetti finanziati perchè pervenuto privo di una parte della documentazione necessaria che, invece, a seguito di una verifica, risulta completa di tutto ciò che era previsto nel bando.

“Riteniamo di aver fatto tutto il possibile - precisa l’assessore allo Sport Oreste Pinto - compreso un protocollo d’intesa con la Federazione di Atletica leggera, e pensavamo che questa fosse la volta buona, dopo 40 anni, per ristrutturare quel campo. Faremo valere le nostre tesi; spiace che una prassi consolidata e legittima nella validazione dei progetti, sia stata considerata causa di esclusione; infatti oltre 500 Comuni si trovano nella nostra stessa situazione e faranno ricorso come noi”
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esclusione dal bando "Sport e periferie", il Comune punta all'impugnazione

BrindisiReport è in caricamento