rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Politica San Pietro Vernotico

Risposta al Pd: la Argentieri, in posizione critica, non sarà in campo

Lettera aperta della ex assessore e consigliera comunale: rinuncia a guidare una lista civica ma respinge l'invito del partito

SAN PIETRO VERNOTICO – Arriva a stretto giro la risposta di Maria Lucia Argentieri all’invito del candidato sindaco del Pd, Salvatore Mariano: la più suffragata in consiglio comunale nelle ultime due tornate (è già assessore) pubblicamente si dichiara fuori dai giochi, ma non senza aver rilevato che, a suo giudizio, la scelta della candidatura di Mariano non è stata frutta di un percorso ampio e condivisa come invece ha sostenuto la segreteria provinciale del Pd. Maria Lucia Argentieri sottolinea anche che ha rinunciato a mettersi alla testa di una propria lista civica, come sollecitato da un gruppo di cittadini soprattutto donne, pur dichiarandosi sempre al servizio della comunità “nei modi e nei tempi che essa richiede”. Ecco la sua nota integrale.

Maria Lucia Argentieri-3-3La presa di posizione di un gruppo del PD del circolo di San Pietro Vernotico mi ha sconcertato; l’assenza di un confronto sul merito, la mancanza di dialogo i tatticismi occulti hanno creato disorientamento e una seria spaccatura all’interno del circolo stesso. L’aver deciso la candidatura senza aver consultato la base, senza la discussione in un’assemblea di iscritti e simpatizzanti ma nella segreteria Provinciale tra alcuni decisi di andare in un’unica direzione è un iter antidemocratico che mi ha fatto prendere le distanze.

Oggi alla luce della scelta operata, mi corre l’obbligo di chiarire ai miei elettori che da parte mia non c’è stata alcuna auto-candidatura e per coerenza con i miei principi etico-politici avrei messo al servizio della comunità il mio impegno come ho sempre fatto dal 2005 ad oggi attraverso vari incarichi politico-amministrativi solo se ci fosse stata la trasparenza e la lealtà necessaria per addivenire ad una candidatura condivisa.

Nella mia precedente attività politica ho aderito a progetti chiari e condivisi e nei momenti di difficoltà amministrativa non ho esitato ad esprimere con forza il mio disappunto e disaccordo. Questa volta sono stata lasciata fuori da ogni decisione finalizzata alla scelta del candidato sindaco, a meno che di essere più volte sollecitata “a stare dentro” dentro a un non definito progetto, senza chiarezza sulle eventuali alleanze, senza che fosse espresso il nome dello stesso candidato, per ritrovarselo poi, all’insaputa della base, sulla stampa.

Tra l’altro l’attuale atmosfera pre-elettorale disorienta gli stessi elettori ai quali da più parti e contemporaneamente viene richiesto sostegno e partecipazione. Tanti cittadini e un numeroso gruppo di donne, con una loro sottoscrizione, mi hanno chiesto di esprimere la mia candidatura a sindaco, a prescindere dal PD. Li ringrazio tutti per la fiducia in me riposta ma dopo una lunga e meditata riflessione con amarezza e convinzione comunico che sarò fuori dalla competizione elettorale e sempre al servizio della comunità nei modi e nei tempi che la stessa richiede.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risposta al Pd: la Argentieri, in posizione critica, non sarà in campo

BrindisiReport è in caricamento