rotate-mobile
Politica

Ferragosto in carcere: aderiscono anche i senatori Tomaselli e Caforio

BRINDISI – Anchi i senatori Salvatore Tomaselli (Pd) e Giuseppe Caforio (Itralia dei Valori) hanno aderito al “Ferragosto in carcere”, iniziativa promossa dai Radicali Italiani per il secondo anno consecutivo, allo scopo di sollevare l’attenzione del paese intero sull’insostenibilità della situazione in cui versa il sistema penitenziario italiano. Nel pomeriggio di Sabato 14 agosto alle ore 16,30 si recheranno presso il Carcere di Brindisi a far visita alla struttura e ai detenuti che vi sono ristretti.

BRINDISI - Anchi i senatori Salvatore Tomaselli (Pd) e Giuseppe Caforio (Itralia dei Valori) hanno aderito al "Ferragosto in carcere", iniziativa promossa dai Radicali Italiani per il secondo anno consecutivo, allo scopo di sollevare l'attenzione del paese intero sull'insostenibilità della situazione in cui versa il sistema penitenziario italiano. Nel pomeriggio di Sabato 14 agosto alle ore 16,30 si recheranno presso il Carcere di Brindisi a far visita alla struttura e ai detenuti che vi sono ristretti.

"Il sistema penitenziario italiano - spiega Tomaselli - vive da anni di croniche difficoltà: strutture in gran parte inadeguate e fatiscenti, il sovraffollamento che porta ad un carico ormai non più sostenibile con circa 68.000 detenuti e, infine, l'inadeguatezza del personale di ogni livello fortemente ridotto nel suo organico e tale da costringere gli operatori a sacrifici spesso non tollerabili. La reclusione in carcere nel nostro paese rischia di perdere progressivamente, per via di queste croniche carenze del sistema, la caratteristica fondamentale di luogo in cui scontare la pena, mortificando quanto sancito dall'articolo 27 della Costituzione Italiana, secondo il quale le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato".

Dietro la premessa, i numeri: "Ci stiamo avvicinando alla soglia dei settantamila detenuti, ma gli spazi restano gli stessi, quelli costruiti e pensati per quarantaduemila persone. Il piano carcere sembra ormai un battuta di cattivo gusto. La galera è diventata la risposta - spesso l'unica - ai problemi sociali: tossicodipendenza, immigrazione, povertà, disagio psichico. Le misure alternative vengono date con il contagocce. Il personale è insufficiente, non solo la polizia penitenziaria, ma anche gli educatori che dovrebbero costruire insieme al detenuto percorsi di reinserimento, gli psicologi, gli assistenti sociali".

"Mancano gli spazi per le attività comuni, trasformate in cameroni dove si convive in nove o quindici persone. Domani saremo nel carcere di Brindisi: teatro, purtroppo, di uno degli ultimi suicidi negli Istituti di pena, 41 dall'inizio dell'anno in tutta Italia, mentre il totale dei detenuti morti nel 2010, tra suicidi, malattie e cause "da accertare" arriva a 106 (negli ultimi 10 anni i "morti di carcere" sono stati 1.703, di cui 594 per suicidio). Un bilancio assolutamente tragico, una sequenza di lutti che un paese civile non può in alcun modo tollerare".

Dello stesso tenore le riflessioni del senatore Caforio: "Anche il ricorso eccessivo, e spesso illegittimo, allo strumento della custodia cautelare in carcere - afferma - stride con il principio costituzionale in base al quale l'imputato non è considerato colpevole sino alla condanna definitiva. Anche quest'anno non ho voluto mancare - conclude il senatore Caforio - a questo appuntamento, in quanto ritengo che bisogna tenere desta l'attenzione sullo stato delle nostre carceri.

Apprendo anche, dalle dichiarazione dell'onorevole Marco Pannella (che nei giorni scorsi ha fatto visita alla nostra Città di Brindisi per parlare del locale istituto di pena) che il Governatore Vendola avrebbe dovuto nominare il Garante dei carcerati in Puglia, grazie ad una legge di 4 anni fa. L'Italia dei valori chiederà allo stesso Vendola a che punto è questa iniziativa e come mai non siano stati ancora emanati i decreti attuativi di questa legge regionale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferragosto in carcere: aderiscono anche i senatori Tomaselli e Caforio

BrindisiReport è in caricamento