menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alemanno, Montezemolo e Ferrarese

Alemanno, Montezemolo e Ferrarese

Ferrarese va a destra, con Alfano

BRINDISI - Dopo mesi di trattative, Massimo Ferrarese ha deciso, andrà nel Nuovo centrodestra di Alfano. Ma non toglierà il sostegno alla giunta di centrosinistra di Consales. Non tutti i centristi, però, hanno preso bene la notizia, e qualcuno abbandonerà il patròn e i suoi fratelli.

BRINDISI - Ciro Argese ieri sera lo aveva annunciato al mondo come se avesse visto la Madonna: «A breve ci sarà una grande sorpresa per la Puglia, per la nostra Provincia e per la mia città!». La grande sorpresa è in realtà una piccola sorpresa, poiché tutti sapevano da mesi che Ferrarese e i suoi fedeli stavano trattando il ritorno a casa.

Ieri l'ex presidente della Provincia ha raggiunto l'accordo con Angelino Alfano: entrerà a far parte del Nuovo centrodestra, fermo restando l'alleanza con il vecchio centrosinistra al Comune di Brindisi, tanto a Roma c'è il governo delle larghe alleanze, e dunque tutto si può giustificare, anche il politicamente ingiustificabile.

Non tutti i centristi, però, hanno preso bene la notizia, e qualcuno abbandonerà il patròn e i suoi fratelli. Qualcuno non apprezza il passaggio sull'altra sponda, qualcun altro non manda giù le modalità del passaggio, deciso senza mettere al corrente i fortunati che non rientrano nel cerchio magico del capo.

Se ne faranno una ragione, ormai Ferrarese sembra aver deciso, anche se non pare condividere proprio tutto dell'Angelino divenuto improvvisamente suo nuovo idolo politico-imprenditoriale (che ha preso il posto di Berlusconi, poi sostituito da Montezemolo, poi da Casini) . Nei giorni scorsi su Facebook, a proposito del ministro Cancellieri, Ferrarese scriveva: «È intervenuta solo per far scarcerare una sua amica. A mio avviso è anche scontato che deve dimettersi subito». Angelino la pensa in maniera leggermente diversa, ma che volete che sia.

Per il sindaco Consales, interpellato oggi, il cambio di colore dell'alleato non è un problema, "tanto ormai in Italia non si capisce più nulla", figuriamoci a Brindisi. Quindi possiamo tranquillamente a fare casino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento