rotate-mobile
Politica Ostuni

Festa di compleanno con benemerenza, per i 90 anni dell’ex sindaco Ciraci

OSTUNI - Una benemerenza ufficiale per ricordare il suo lungo impegno civile ed amministrativo nell’epoca in cui la Città bianca muoveva i primi passi verso lo sviluppo economico e turistico. La proposta è del sindaco “pro tempore”, Domenico Tanzarella, che nel giorno del 90esimo compleanno del cavaliere Vittorio Ciraci, ha inteso rendere pubblicamente gli auguri a colui il quale la fascia di sindaco di Ostuni l’ha indossata per vent’anni.

OSTUNI - Una benemerenza ufficiale per ricordare il suo lungo impegno civile ed amministrativo nell'epoca in cui la Città bianca muoveva i primi passi verso lo sviluppo economico e turistico. La proposta è del sindaco "pro tempore", Domenico Tanzarella, che nel giorno del 90esimo compleanno del cavaliere Vittorio Ciraci, ha inteso rendere pubblicamente gli auguri a colui il quale la fascia di sindaco di Ostuni l'ha indossata per vent'anni.

Le chiavi di Palazzo di Città le impugnò a cominciare dal 10 novembre 1957, quando aveva 37 anni, per consegnarle due decenni dopo, il 20 febbraio del 1977. "Personalità vivace e garbata, nonché uno dei più attivi e tenaci assertori dei principi sociali e umanitari sui cui si fondava la Democrazia Cristiana", come lo definisce in un ritratto il 94enne storico ostunese, Antonio Sozzi (ancora oggi voce autorevole della cultura locale).

La storia. Vittorio Ciraci è nato ad Ostuni il 25 settembre del 1920. Sposato con Giuseppa Molentino, ha due figli: Luigi e Antonio e un nipote che porta il suo nome. Fra i tanti sindaci che si sono succeduti alla guida della Città di Ostuni, il professor Ciraci ha il primato della durata. Dal 1951 al 1977 è stato consigliere comunale, carica che ha ricoperto anche dal 1985 al 1990. Durante la seconda guerra mondiale venne fatto prigioniero e deportato nei campi di concentramento. Al termine del conflitto bellico, rientrato in Ostuni, nell'aprile del 1948, assunse, quale prima carica, quella di presidente dell'Azione Cattolica diocesana. Vincitore nel 1950 del concorso magistrale, ha insegnato per diversi anni e qui ha constatato quanto importante fosse l'istruzione nelle zone rurali.

Al nome del sindaco Ciraci sono legati i grandi insediamenti turistici lungo la costa: dalla Valtur a Rosa Marina, passando per il Pilone. E poi ancora: l'elettrificazione delle campagne di Ostuni, dal 1959 in poi; la costruzione di 26 scuole rurali elementari nelle contrade ostunesi; l'illuminazione del centro storico, la sistemazione di numerose strade rurali e del centro cittadino; due nuovi rioni d'espansione urbana, Melogna e Masseriola; l'avvio del nuovo Ospedale civile, il palazzo delle Poste e Telecomunicazioni; la circonvallazione (oggi via la Panoramica), la realizzazione dei diversi istituti scolastici cittadini.

E poi l'evento: il Campionato Mondiale di ciclismo su strada del 1976 - voluto all'epoca dal compianto consigliere regionale Vincenzo Palma, dall'allora sindaco Vittorio Ciraci e dall' assesore comunale al Turismo dell'epoca, Peppino Orlando - rappresentò per Ostuni un volano per lo sviluppo turistico ricettivo, culturale, sportivo ed economico. Giovedì prossimo, la proposta del sindaco Tanzarella sarà presentata in Consiglio comunale. L'attestato di Civica Benemerenza è destinato, per regolamento, ai cittadini che si sono distinti con atti di abnegazione verso la comunità cittadina.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa di compleanno con benemerenza, per i 90 anni dell’ex sindaco Ciraci

BrindisiReport è in caricamento