rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Politica

Comune di Brindisi, riparte il pressing sul sindaco all'interno della maggioranza

Il lunghissimo ponte tra le festività Pasquali e questo weekend successivo al Primo Maggio non è neppure finito, che una parte della maggioranza al Comune di Brindisi torna a bussare alla porta del sindaco Consales con la richiesta che la politica "torni ad essere protagonista del cambiamento socio-culturale e del rilancio economico della nostra Brindisi"

BRINDISI – Il lunghissimo ponte tra le festività Pasquali e questo weekend successivo al Primo Maggio non è neppure finito, che una parte della maggioranza al Comune di Brindisi torna a bussare alla porta del sindaco Consales con la richiesta che la politica “torni ad essere protagonista del cambiamento socio-culturale e del rilancio economico della nostra  Brindisi”. Pertanto si prenda esempio dal decisionismo e dall’attivismo del governo Renzi, si mettano da parte gli “interessi partitici”, e si metta subito mano al programma 2014 dell’amministrazione civica , partendo dal bilancio di previsione 2014 e interessandosi delle questioni irrisolte.

La richiesta la firmano i consiglieri di Progettiamo Brindisi, Centro Democratico e Scelta Civica per l’Italia, Maurizio Colella, Salvatore Giannace,  Antonio Ferrari, Massimo Pagliara e Luigi Sergi. “Ma se a livello nazionale la politica torna ad essere protagonista ed interprete di un cambiamento non più differibile, è l’azione politico-amministrativa a livello locale che dovrà necessariamente far propria tale modus operandi, al fine di cogliere tale irripetibile opportunità di affrontare i tanti problemi che i vari territori presentano”, dicono i sei consiglieri comunali.

“Ed è proprio a tale obiettivo che anche l’attuale maggioranza di centro-sinistra al Comune di Brindisi dovrà urgentemente tendere, intensificando gli incontri di maggioranza per meglio  socializzare una visione di sviluppo territoriale sostenibile, ancor più  rispetto a quanto fatto in questo quasi biennio di legislatura cittadina”.

Brindisi, dicono gli esponenti dei tre gruppi consiliari, “infatti, forse più di altre, ha bisogno di una rappresentanza con meno interessi  partitici  in  grado di affrontare velocemente e non solo a parole  le tante questioni irrisolte del nostro territorio, quali, ad esempio, “la questione abitativa”,  le “problematiche occupazionali” relative in particolar modo alla vicenda  A2A (ex Edipower) e le connesse tante povertà presenti sul territorio, le tematiche ambientali, il nodo universitario e tanti altri ancora”.

I sei consiglieri che fanno parte della maggioranza Consales invitano perciò “ l’intera coalizione  ad intensificare immediatamente  le attività di definizione del programma per il 2014, nonché i connessi documenti propedeutici  alla predisposizione del bilancio previsionale dell’ente in cui ognuno di noi dovrà necessariamente esprimere un atto di indirizzo politico al Comune di Brindisi. E’ necessario assumere decisioni importanti  con la consapevolezza  che siamo nel mese di maggio  e non è possibile attendere oltre. Se non saremo in grado di riappropriarci di tale ruolo, gli esiti certi  purtroppo saranno l’amplificarsi delle tante emergenze cittadine”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune di Brindisi, riparte il pressing sul sindaco all'interno della maggioranza

BrindisiReport è in caricamento