rotate-mobile
Politica

Regate e motonautica: il contributo sale a 195mila euro, ecco come saranno ripartiti

Ratificata la convenzione fra Regione Puglia e Comune di Brindisi, che stanzia 10mila euro in più rispetto a quanto preventivato. Al Circolo della Vela la fetta più grossa

BRINDISI – Ora è ufficiale. Il Comune di Brindisi stanzia 10mila euro in più a sostegno dei grandi eventi legati al mare, facendo salire il proprio contributo da 25mila a 35mila euro.  Complessivamente è pari 195mila euro la somma a disposizione di tre regate e dell’evento di motonautica, Adriatic Cup, nell’ambito di una partnership fra l’amministrazione comunale e la Regione Puglia. 

La convenzione è stata ratificata dalla giunta presieduta dal sindaco Marchionna, tramite una delibera approvata nella giornata di ieri. Nelle scorse settimane vi erano state delle incomprensioni fra Comune e organizzatori, riconducibili alla distribuzione del contributo. Un certo malumore, in particolare, era filtrato dal Circolo della vela sezione di Brindisi, organizzatore della regata internazionale Brindisi – Corfù (9 giugno), per la riduzione del contributo, rispetto alle passate edizioni. Lo stesso Circolo della vela è promotore anche il campionato italiano di vela d’altura, in programma dal 24 al 29 giugno. 

Poi ci sono la regata Brindisi Valona (4-6 luglio), organizzata dalla Lega Navale di Brindisi, e il Trofeo internazionale di motonautica Adriatic cup 2024, con il ritorno del campionato mondiale di Formula 2 (28-30 giugno, organizzato da Federazione italiana motonautica e Circolo nautico porta d’Oriente).

“Le manifestazioni nautiche - si legge nella delibera - si realizzeranno nel mese di giugno 2024, in concomitanza all’evento che vedrà in Puglia, e a Brindisi nello specifico (luogo della prima cena prevista il 13 giugno 2024), la presenza dei leader mondiali del G7, unitamente al presidente della repubblica Sergio Mattarella e al Santo padre, Papa Francesco”. “Questo evento di impatto mondiale – si legge ancora nel documento - porterà Brindisi al centro dell’attenzione internazionale per un lungo periodo e la Città potrà essere ricordata come terra di accoglienza e di pace, quale porta verso l’Oriente e terra di eventi legati al mare e agli sport acquatici”.

Inizialmente, a fronte di un finanziamento di 185mila euro, erano stati stanziati 100mila euro per il Circolo della vela, 65mila euro per l’Adriatic Cup e 20mila euro per la Brindisi Valona. Successivamente, a seguito di interlocuzioni fra l’assessore alle Attività produttive, Luciano Loiacono, e le associazioni, è stata trovata la quadra, grazie anche ai 10mila euro in più erogati dal Comune. Questa l'attuale ripartizione: 120mila euro al Circolo della vela; 60mila euro per l'Adriatic cup; 15mila euro per la Brindisi - Valona. 

"Nelle scorse settimane - dichiara Loiacono a BrindisiReport - ci sono state innumerevoli videocall con la Regione e i promotori della iniziaitive. Alla fine della prima riunione ho dato appuntamento agli organizzatori, per riunirci tutti intorno a un tavolo, ma nessuno è venuto. Dopo le polemiche sulla suddivisione, mi sono sentito con le associazioni, una per una, trovando la quadra. La Lega Navale, fra l'altro, si è impegnata a far partire la regata Brindisi - Valona, per la prima volta, dal porto interno". 

Rimani aggiornato sulle notizie dalla tua provincia iscrivendoti al nostro canale whatsapp: clicca qui

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regate e motonautica: il contributo sale a 195mila euro, ecco come saranno ripartiti

BrindisiReport è in caricamento