menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Livia Antonucci

Livia Antonucci

Forza Italia: "A Brindisi la coalizione di sinistra non esiste più"

Dopo la revoca delle deleghe da parte del sindaco Rossi, il partito di opposizione all'attacco: "Assetti ed equilibri profondamente modificati"

BRINDISI - Sono trascorsi diversi giorni dalla revoca delle deleghe agli assessori, ma al momento il sindaco Riccardo Rossi non ha ancora ricomposto l’organo esecutivo. Per Forza Italia di Brindisi "è evidente che la coalizione di sinistra con la quale Rossi promise di governare la città non esiste più, essendosi profondamente modificati gli assetti e gli equilibri. La trasmigrazione dei consiglieri eletti nella lista Leu in un gruppo autonomo, la frantumazione di Ora Tocca a Noi, la costituzione del gruppo consiliare di Italia Viva (che sulla questione del deposito costiero Edison si è spaccato) sono esempi tangibili delle fibrillazioni che attanagliano questa amministrazione sin dagli esordi".

Prosegue il comunicato, firmato da Livia Antonucci, coordinatore cittadino di Forza Italia: "All’inizio di questa crisi, Rossi aveva promesso un rilancio dell’azione amministrativa, ma di un nuovo programma non vi è traccia, segno evidente che è in atto una lotta intestina per accaparrarsi poltrone e visibilità personali. Insomma, la solita pantomima della peggiore e triste politica provincialotta che vede nel posizionamento personale l’unico obiettivo da perseguire se è vero, come lo è, che la maggioranza non ha visto aumentare i numeri, semmai li ha visti diminuire. Ci chiediamo se la soluzione dei problemi di una città complessa come Brindisi sia al primo posto per questa Amministrazione o se, come pare di capire, la spartizione delle poltrone la faccia ancora una volta da padrona".

Si conclude la nota con queste parole: "Ci chiediamo quanto tempo ancora si dovrà aspettare per conoscere il progetto di rilancio dall’azione amministrativa annunciato settimane addietro da Rossi. La città è stanca del ‘tiriamo a campare’ finché si può. Cosi facendo, si rischia di condannare Brindisi a sprofondare sempre più nel baratro. Anche un orologio rotto segna l’ora giusta due volte al giorno, ma nessuno sarebbe disposto a portarlo al polso".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid in Puglia: calano ancora i ricoveri, ma i numeri restano alti

  • Cronaca

    Auto rubate tornano in circolazione come cloni: due arresti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento