"Sui conti del Comune speculano proprio i responsabili dei danni"

Dura risposta all'opposizione di centrodestra da parte di Pd e Brindisi Bene Comune

BRINDISI – Nello stesso giorno della conferenza stampa dell’opposizione di centrodestra sullo stato delle finanze comunali, scendono in campo in difesa della giunta di centrosinistra il Partito democratico e Brindisi bene comune.

Il Pd: “Sarà dura, ma rimedieremo ai danni fatti dai predecessori”

“Il piano di riequilibrio pluriennale che l'amministrazione comunale intende attivare è sicuramente una scelta lungimirante e di grande valenza politica e morale, poiché si fa carico di responsabilità frutto di una cattiva gestione del passato. La seria situazione delle finanze comunali era da tempo nota a tutti, anche a coloro i quali hanno rivestito, negli scorsi anni, importanti ruoli in giunta e in consiglio comunale ed oggi tentano di mistificare realtà e responsabilità dai banchi dell'opposizione”, si legge in un comunicato del Pd brindisino.

“È dal 2011 che i margini di manovra nella redazione di un bilancio comunale si sono ristretti e le regole sono diventate ogni anno sempre più stringenti. Proprio per questo la scelta dell'amministrazione comunale del sindaco Riccardo Rossi riveste una doppia importanza: infatti avrà la possibilità di revisionare a fondo il bilancio comunale, partendo dalla cancellazione di poste incomprensibili inserite negli anni passati solo per far quadrare i conti e si potrà redigere, finalmente, un bilancio puntuale e pluriennale mediante, anche, una vera razionalizzazione della spesa e, a differenza di quello che sostiene falsamente qualcuno, senza alcun aumento dell'imposizione fiscale ai cittadini”.

“Questa amministrazione comunale di centrosinistra, quindi, con il coraggio delle proprie scelte, andando oltre la convenienza politica, riconsegnerà alla città una sostenibilità finanziaria su cui costruire il proprio futuro. La sfida sarà impegnativa, da far tremare i polsi, ma il tempo e il lavoro serio di tutti permetteranno di ristrutturare definitivamente le precarie finanze comunali”, sottolinea il Pd.

“Infine, vogliamo rassicurare i consiglieri comunali di centrodestra e in particolare di Forza Italia che in queste ore, confondendo volutamente una opportuna apertura del sindaco alle proposte delle forze politiche, azzardano e inventano possibili ‘inciuci’ sulla questione bilancio. Ricordando loro che i latini spiegavano certe uscite scomposte e infondate con la locuzione ‘excusatio non petita accusatio manifesta’, vogliamo essere più chiari dei nostri avi: non abbiamo bisogno di chi, ancora con toni da campagna elettorale, non intende contribuire con idee e proposte alla soluzione di un problema che interessa tutti i brindisini ma vuole solo speculare, per fini personali, su una vicenda importante che riguarda il futuro della città, lavandosene le mani”.

Brindisi bene comune: “Rossi aveva già denunciato i danni fatti da altri”

Le scelte dell’amministrazione sempre fondate su impegno e responsabilità, anche sul piano di riequilibrio finanziario, è la posizione di Brindisi Bene Comune. “Il Piano di riequilibrio finanziario che si appresta ad attivare l’amministrazione comunale rappresenta un’occasione storica per mettere finalmente in ordine i conti del comune. È una scelta di grande responsabilità e di profondo rispetto verso i cittadini. Valori che contraddistinguono l’azione della nostra amministrazione sin dal giorno del suo insediamento”.

“Con molta chiarezza, il sindaco Riccardo Rossi, in sede di approvazione di bilancio aveva già offerto alla città una operazione verità sottolineando senza infingimenti le criticità che presentavano i conti del comune ascrivibili alle cattive gestioni degli ultimi decenni. Il piano di riequilibrio finanziario – prosegue la nota di Bbc, il movimento da cui proviene lo stesso Rossi -  è il seguito di quella operazione verità e l’agitazione con cui si stanno dimenando alcune forze di opposizione è la prova che i responsabili del disastro sono ben consapevoli del loro passato di amministratori irresponsabili, per utilizzare un eufemismo”.

“Brindisi può cominciare invece a guardare con più fiducia al suo futuro.  Sarà un processo impegnativo che richiederà il lavoro preciso e puntuale di tutti ma siamo anche sicuri che la strada per il cambiamento ormai è segnata e vogliamo percorrerla fino in fondo certi del sostegno dei brindisini. Ai pianti delle false prefiche di Forza Italia, agli strali di Fratelli d’Italia (due fratelli che non parlano nemmeno tra loro) e alle mani lavate di altri esponenti di opposizione – dice Brindisi bene comune - rispondiamo con gli unici mezzi che conosciamo: il lavoro e l’impegno”.

“Brindisi continuerà ad essere competitiva e continuerà il lavoro di rilancio: gli investimenti fatti per ridare alla nostra città (dopo anni di anonimato) un’estate di visibilità, attrattività e ritorni economici per gli operatori commerciali, i finanziamenti per rigenerare il quartiere Paradiso, Parco Bove ed altre periferie, la ristrutturazione dell’Ostello della Gioventù, i bandi per le piste ciclabili a cui ci siamo candidati e le opere pubbliche già pianificate (partiranno in questi giorni i lavori di rifacimento di via del Mare, ad esempio)”.

“Non ci fermiamo. Vale anche la pena chiarire a beneficio dei cittadini costretti a leggere le bugie di qualche consigliere d'opposizione che non aumenteranno le tasse già ai massimi livelli consentiti per le scelte scellerate in passato di chi oggi recalcitra e che non saranno le multe a risanare il bilancio perché seguono altre norme che impongono direttive precise per gli introiti”, conclude Brindisi bene comune

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale sulla superstrada: lunedì i funerali del dipendente comunale

  • Omicidio Carvone: nuovi arresti per una sparatoria

  • Violento scontro fra auto e scooter a Brindisi: grave un 15enne

  • Bollo auto non pagato: condono per importi fino a 1000 euro

  • Schiva una coltellata e costringe il bandito a mollare il bottino

  • Minacce e fucilata tra i bambini prima dell'agguato mortale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento