rotate-mobile
Politica Francavilla Fontana

"Centrodestra unito, niente accordi di facciata: ora nomi nuovi"

Adriana Balestra, consigliera comunale della Lega: "E' il momento di mettere in campo come candidato sindaco chi ha esperienza amministrativa". Intanto, Andrisano (Forza Italia): "Occorre emanciparsi da Curto e Vitali"

FRANCAVILLA FONTANA - Mentre Antonio Andrisano (Forza Italia) non le manda a dire e mette nero su bianco - su Facebook - che il nuovo centrodestra a Francavilla Fontana deve emanciparsi dalle figure di Euprepio Curto e Luigi Vitali, Adriana Balestra (Lega) parla di una "coalizione con una chiara identità politica. Basta con i civismi mascherati". E ancora: niente coalizioni "contro qualcosa", ma "per un obiettivo chiaro". BrindisiReport ha ascoltato le visioni politiche dei maggiori esponenti francavillesi, prima Antonio Andrisano, poi Michele Iaia (Fratelli d'Italia), per capire come quest'area politica si presenterà in vista delle amministrative 2023. Dopotutto, nella Città degli Imperiali il centrodestra ha governato per un lasso di tempo molto ampio, ma manca dal governo della città dal 2013. Ci hanno pensato prima Maurizio Bruno, poi Antonello Denuzzo a tagliare quest'area politica fuori dai giochi che contano.

"Ricostruire quest'area dalle ceneri"

Lunedì 1 agosto il centrodestra francavillese si è incontrato. Erano presenti Curto e Vitali, certo, ma c'erano i coordinatori Iaia e Andrisano. E naturalmente Adriana Balestra, che spiega: "Ci sono sicuramente dei passaggi dovuti che andavano fatti, per il rispetto di tutti gli attori del centrodestra francavillese. Noi tre vogliamo ricostruire quest'area dalle ceneri. La disfatta del centrodestra ha lasciato per strada un consenso che va intercettato di nuovo. Dobbiamo dare rappresentanza ai nostri elettori, che o non andavano a votare, o andavano a votare il meno peggio. E' il fallimento totale della politica. Ovviamente, non penso ad accordi di facciata. Vogliamo fare qualcosa di molto trasparente. Abbiamo capito che quello che dicevano Curto e Vitali era in constrasto con ciò che vogliamo noi. Per esempio il primo ha parlato di primarie. Noi siamo contrari".

"Candidato sindaco? E' ancora presto"

Quando Adriana Balestra parla di "noi", intende lei, Andrisano e Iaia. C'è identità di vedute, anche sulle primarie. A questo punto, si può supporre che questo strumento non verrà utilizzato dal centrodestra. Ci sono per loro altri metodi per individuare un candidato comune. Prosegue Balestra: "Non abbiamo mai preso in considerazione le primarie, abbiamo un'intesa forte. Non ci sono preclusioni di alcun tipo. Personalmente, non punterei sulla società civile, ma sceglierei un nome preparato, come candidato sindaco, che abbia già esperienza amministrativa. I tempi critici lo richiedono. Deve essere capace, fresco, brillante, condiviso non solo dalle segreterie politiche, ma anche dalla cittadinanza". La domanda sul nome di un candidato sindaco è d'obbligo, ma anche Adriana Balestra crede che bisogna aspettare le elezioni politiche prossime venture. Intanto si può dare per assodato che Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia correranno insieme in vista delle amministrative.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Centrodestra unito, niente accordi di facciata: ora nomi nuovi"

BrindisiReport è in caricamento