menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Uscire dal Consorzio Asi? Non è un'ipotesi che stiamo valutando"

Così il sindaco Antonello Denuzzo dopo che in Consiglio comunale si è parlato dell'ente. Intanto è stato approvato il suo bilancio per l'anno 2019

FRANCAVILLA FONTANA - Dopo che l'assessore Domenico Magliola aveva paventato l'ipotesi di un'uscita dal Consorzio Asi, il sindaco Antonello Denuzzo di fatto mette un punto fermo: "Al momento non è una soluzione che la nostra Amministrazione sta valutando. L'area individuata a Francavilla Fontana ha diversi problemi, questo è vero. Dobbiamo porci quindi la questione degli eventuali benefici ricevuti in cambio del pagamento puntuale del corrispettivo". Intanto il Consorzio Asi di Brindisi si è visto approvare il bilancio 2019, con un'utile di oltre 960mila euro. E questa è una buona notizia, dopo che lo schema di bilancio era stato bocciato dal collegio dei revisori. Un altro punto fermo. Resta da capire la sorte dei Consorzi Asi della Puglia, dato che l'assessore regionale Alessandro Delli Noci aveva pensato a un accorpamento: Brindisi con Foggia, Lecce, Taranto e Bat (qui l'ente ancora deve essere costituito).

Del Consorzio Asi di Brindisi fanno parte, oltre al capoluogo, Ostuni, Fasano e, come si evince sopra, Francavilla Fontana. L'idea di Delli Noci non piace a tutti, anzi. Già Brindisi si è espressa: no all'accorpamento, passa la mozione con la quale il sindaco Rossi si impegna a osteggiare il matrimonio con le altre Aree di sviluppo industriale (Asi) pugliesi. A Ostuni, allo stesso modo, non sembrano entusiasti dell'idea, con il sindaco Cavallo che esprime "dubbi". A Francavilla, da anni, insiste un problema sull'area del Consorzio Asi: un vincolo idrogeologico che non permette lo sviluppo della zona. La rimozione del vincolo costerebbe milioni di euro. Questo comporterebbe lo sviluppo dell'area e di conseguenza della città? Probabilmente sì, è il pensiero del sindaco francavillese.

Dopo che in Consiglio comunale si è discusso di Asi, Denuzzo spiega che l'ipotesi di un'uscita dal Consorzio non è allo stato contemplata dall'Amministrazione. "Non stiamo prendendo in considerazione l'uscita, sarebbe comunque una questione complessa - ribadisce il sindaco Denuzzo - Non si può esaurire l'argomento con un post su Facebook. Magari passa il messaggio che non ci siamo occupati in questi due anni e mezzo del problema solo perché non abbiamo scritto post. Sarebbe aberrante. La discussione in Consiglio comunale invece va bene. Uscendo, poi, rinunceremmo in favore del Consorzio alla nostra posizione dentro l'Asi. Non c'è da preoccuparsi solo del risparmio di 40mila euro l'anno, che per carità è comunque una somma ragguardevole. Ma ora dobbiamo pensare a difendere gli interessi della nostra città", conclude Denuzzo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: pressione ancora alta sugli ospedali, altri 39 decessi

  • Attualità

    Donne e politica: "Un mondo ancora pieno di pregiudizi"

  • Sport

    Palaeventi: Comune di Brindisi - New Arena all’atto finale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento