rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Politica Francavilla Fontana

Francavilla Fontana pronta ad accogliere alcune attività universitarie

Il professor Francesco Fischetti, presidente del corso di laurea Scienze e tecniche dello sport: "Ci stiamo attivando". La proposta di Maurizio Bruno e l'entusiasmo del sindaco Denuzzo

FRANCAVILLA FONTANA - E' più di una suggestione. L'idea è quella di delocalizzare alcune attività del corso di laurea magistrale in Scienze e tecniche dello sport proprio a Francavilla Fontana. E dall'Università di Bari fanno sapere che, tempi burocatrici permettendo, non si tratta di una remota fantasia, ma di un progetto che a settembre 2022 potrebbe diventare realtà. Maurizio Bruno (foto sotto), consigliere regionale ed ex sindaco della Città degli Imperiali, ha spiegato di aver incontrato i vertici del corso di studi. Che si sono dichiarati più che favorevoli all'idea. L'esponente del Partito Democratico ha parlato di obiettivo "ambizioso", ma assolutamente realizzabile. BrindisiReport ha contattato il professore Francesco Fischetti, presidente del corso di laurea, che ha spiegato lo stato dell'opera. Il settore scientifico di cui si sta parlando è "metodi e didattiche delle attività sportive".

Maurizio Bruno-2

Il punto di forza: gli impianti

Francavilla Fontana negli anni ha assistito al restyling dell'impiantistica sportiva locale. Questo è un innegabile punto di forza. Dopotutto, Scienze e tecniche dello sport necessita di impianti adeguati. Il professor Francesco Fischetti (foto sotto) spiega: "La città può diventare sede di tirocinio formativo per i nostri laureandi. Può diventare un centro di formazione e sperimentazione e si potrebbero svolgere attività. Sto parlando delle 'palestre della salute', che si rivolgono alle categorie dei fragili, di qualunque genere. E poi verranno fuori a cascata altre attività". Le "palestre della salute" sono disciplinate dalla legge regionale 14 del 2017. Ma le attività portanti sarebbero: atletica leggera, basket e volley. E poi le discipline outdoor. Naturalmente, l'attenzione verrebbe posta anche sull'attività dei disabili.

francesco fischetti università di bari-2

Una delocalizzazione possibile

In un periodo di incertezza sanitaria (leggasi: pandemia da Covid) avere in sede all'università molti studenti può essere problematico. Da qui, l'idea partita da Bari di decentralizzare. Poi Francavilla Fontana, riconosce il professor Fischetti, "ha una grande tradizione sportiva. E quindi andiamo ad abbracciare un territorio che ha una forte vocazione verso questo tipo di attività". E i tempi? Il professore spiega che bisogna sedersi subito a tavolino per organizzare. E aggiunge che l'anno accademico prossimo, ovvero 2022/23, potrebbe essere verosimilmente il punto d'inizio di questa sperimentazione. Ma dipenderà anche da come risponde il territorio, chiosa il professor Fischetti.

Il_Sindaco_Antonello_Denuzzo-2

Denuzzo: "Puntare sullo sport paga"

Nell'Amministrazione di Francavilla Fontana, l'entusiasmo - ancorché cauto - è palpabile. L'assessore con delega allo Sport Maria Angelotti spiega che l'impiantistica, implementata in questi anni, è sicuramente un punto di forza della Città degli Imperiali. Il lavoro, insomma, sta pagando. Dello stesso avviso il sindaco Antonello Denuzzo (foto sopra). Il primo cittadino oggi (mercoledì 17 novembre) ha parlato per telefono con il consigliere regionale Maurizio Bruno. Denuzzo ha spiegato che è pronto a organizzare un tavolo con tutti gli attori, per portare a casa un risultato che sarebbe importante per la città. "Perché - ha spiegato Denuzzo - puntare sullo sport e sulla salute, come ha fatto la nostra Amministrazione, paga sempre. Questa ne è la dimostrazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Francavilla Fontana pronta ad accogliere alcune attività universitarie

BrindisiReport è in caricamento