menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Domenico Tanzarella

Domenico Tanzarella

Fuori Tanzarella, rischia pure Ferrarese

BRINDISI - Domenico Tanzarella getta la spugna e torna a fare il sindaco. Massimo Ferrarese e Ciro Argese sono scomparsi dalle liste dei candidati Udc (al posto dell'ex presidente, che doveva essere il terzo della lista, è entrata Paola Baldassarre, sesta). Ferrarese voleva un posto sicuro, ma non l'ha ottenuto. Almeno per ora. Stesso destino sta vivendo in queste ore il suo acerrimo nemico, Luigi Vitali, che potrebbe rientrare tra le candidature del Pdl solo se da Arcore arriverà la deroga.

BRINDISI - Domenico Tanzarella getta la spugna e torna a fare il sindaco. Massimo Ferrarese e Ciro Argese sono scomparsi dalle liste dei candidati Udc (al posto dell'ex presidente, che doveva essere il terzo della lista, è entrata Paola Baldassarre, sesta). Ferrarese voleva un posto sicuro, ma non l'ha ottenuto. Almeno per ora. Stesso destino sta vivendo in queste ore il suo acerrimo nemico, Luigi Vitali, che potrebbe rientrare tra le candidature del Pdl solo se da Arcore arriverà la deroga.

Il sindaco di Ostuni ha convocato per sabato mattina una conferenza stampa per discutere di due argomenti: dimissioni da sindaco e candidatura alle Politiche. Le prime saranno ritirate, la seconda è sfumata. E conoscendo Tanzarella, sabato se ne sentiranno delle belle. Contattato telefonicamente, oggi dice solo che: «Pd e Socialisti si rimbalzano le colpe per la mancata presenza di un socialista nelle liste Pd della Puglia. Io non partecipo a questo sport simpaticissimo, non mi interessa. È evidente che il Partito democratico in Puglia non ha bisogno dei voti socialisti». Questa sera la maggioranza di centrosinistra che governa il Comune di Ostuni si riunirà per chiedere al primo cittadino di tornare a Palazzo San Francesco. Il termine per ritirare le dimissioni scade domenica. Da lunedì Tanzarella tornerà a fare il sindaco. E inizierà a preparare la candidatura per le Regionali, che potrebbero tenersi ad ottobre.

Nell'Udc invece è una bolgia: nei giorni scorsi il segretario provinciale del partito, Ciro Argese, aveva annunciato «di aver accettato la candidatura alla Camera per l'Udc a sostegno di Massimo Ferrarese» (cosa che già suonava strana, visto che uno si dovrebbe candidare per se stesso, non per un altro). Oggi i nomi di Ferrarese e Argese sono scomparsi dalle liste presenti sul sito dell'Udc. Ferrarese non ha ottenuto la posizione che garantiva la certezza di essere eletto, ed ha preferito defilarsi. Doveva essere terzo dietro Cesa e Cera, ma al suo posto è spuntato il barese Barattolo e dietro di lui Gabriella Carlucci. Alle ultime elezioni l'Udc fece eleggere in Puglia quattro deputati, ma prese più del 7 per cento, percentuale che sarà difficile raggiungere oggi, col vento che tira. Fuori Ferrarese e Argese, allora, dentro la Baldassarre e il sindaco di San Pietro Vernotico, Pasquale Rizzo (settimo).

Le linee telefoniche restano però roventi: l'ex presidente, i suoi più fidati collaboratori e la segreteria nazionale sono in continuo contatto. Si sta cercando di trovare un posto per il Senato, ma la concorrenza è agguerrita. La partita che si sta giocando è delicatissima: è vero che Ferrarese mira anche alla candidatura alla presidenza della Regione Puglia, ma arrivarci da parlamentare sarebbe meglio: perché il ruolo darebbe la giusta visibilità, e perché per il dopo-Vendola ci sono già altri nomi pesanti in ballo (Michele Emiliano, Dario Stefàno, Domenico Di Paola...). Rincorrere quella poltrona stando fuori dai giochi da mesi, sarebbe impresa davvero ardua.

Ore frenetiche anche per Luigi Vitali, in Parlamento dal 1996: spera in una deroga da parte di Alfano e Berlusconi. Sembra invece ormai certa l'esclusione del senatore uscente Michele Saccomanno.

Tra tanti esclusi o quasi-esclusi, un nome nuovo entra in lista con Sel: è Claudia Zezza, coordinatrice del movimento Sviluppo e Lavoro creato da Giovanni Brigante. Sarà candidata al Senato, al quinto posto della lista regionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento