Giunta Carluccio, solo l’assessore Scatigno consegna la dichiarazione dei redditi

La titolare del centro estetico dichiara meno di 32mila euro l'anno. La sindaca non rende trasparente la sua situazione economico-patrimoniale, gli altri comunicano solo immobili di proprietà e spese elettorali che non superano 350 euro. Nessun dato da Brigante e Carella

BRINDISI – Trasparenza che rasenta lo zero, pochissima a guardare Palazzo di città, dove la sindaca Angela Carluccio e i suoi assessori non hanno ancora comunicato e reso pubblica la dichiarazione dei redditi. Silenzio assoluto, a cui fa eccezione la voce dell’assessore Francesca Scatigno: è stata l’unica ad aver consegnato copia dell’ultimo reddito trasmesso al Fisco, stando a quanto emerge consultando il sito internet del Comune.

Francesca Scatigno-2La titolare delle deleghe alle Tutele per Verde, Parchi cittadini, Aree protette, Rapporti con i quartieri, Salute e benessere animali, Canile e dog park, Teatro ha depositato la documentazione che certifica la sua situazione economica e patrimoniale lo scorso 15 luglio, vale a dire 48 ore dopo che la prima cittadina ha firmato l’atto di nomina che ha portato la titolare del centro estetico Bluette che si trova a Brindisi, in viale Aldo Moro, nella squadra di governo. Quanto ha dichiarato? L’assessora, peraltro la più giovane dell’esecutivo (ha 32 anni), espressione della lista di Noi Centro, ha dichiarato un reddito complessivo pari a 32.142 euro che scende a 31.872 quanto a imponibile nel 2014.

Scatigno è proprietaria al cento per cento dell’abitazione in cui vive e del box di pertinenza, si legge. E quanto alle spese per la campagna elettorale come candidata della lista composta da Toni Muccio e Marcello Rollo, ha speso la somma di 62 euro e 40 centesimi, spiccioli.

E’ l’unico componente della Giunta ad aver risposto all’appello lanciato dal Partito democratico in nome della trasparenza a cui più volte l’avvocato Carluccio ha fatto riferimento nel periodo della campagna elettorale vinta al ballottaggio. Appello rilanciato dal leader dell’opposizione Nando Marino, avversario per il centrosinistra.

Gli altri? Sindaca più sette assessori, al momento, non hanno trasmesso alcuna informazione sui redditi, limitandosi a comunicare la situazione patrimoniale, vale a dire le proprietà, e le spese elettorali sostenute.

 Dalle “cartelline” personali raccolte presso l’ufficio di Gabinetto, si apprende che l’assessore al Bilancio Salvatore Del Grosso, esterno, ha cinque fabbricati di proprietà (al cento per cento) più tre terreni agricoli (sempre al cento per cento) e auto di proprietà, una Ford C Max del 2013; che l’assessore alle Attività produttive Cosimo Laguercia dei Cor è proprietario di due fabbricati, ossia abitazione più studio, di una Lancia Y del 2008 e che ha speso 300 euro per la sua corsa in direzione del Palazzo; che la collega di lista Marina Miggiano, avvocato, assessore alla Programmazione economica, è proprietaria dell’abitazione al 50 per cento, di un fabbricato in provincia di Cosenza, zona Laghi di Sibari, nella misura di un quarto, di un fabbricato e un terreno, entrambi a Tuglie, nel Leccese, per un quarto, che ha speso 350 euro per la campagna elettorale e che risulta dirigente onorario dell’Asd Nitor di Brindisi.

Spese pari a zero per l’assessore Giampiero Campo espressione di Noi Centro, a cui la sindaca ha affidato l’Urbanistica, abitazione di proprietà al 50 per cento con la moglie. Nessuna spesa elettorale neppure per l’assessore Maria Greco, dei Democratici per Brindisi, titolare delle deleghe alla Pubblica Istruzione, proprietaria dell’abitazione al 50 per cento e di un’auto, una Suzuki swift del 2006.

Si apprende anche che l’assessore Vito Carella, esterno, titolare delle deleghe agli Affari generali e all’Attuazione del programma non ha fatto alcuna comunicazione, così come Salvatore Brigante assessore ai Lavori Pubblici della lista dei Democratici per Brindisi, capogruppo uscente del Pd. Brigante nella tarda mattinata di oggi ha precisato: "Ho consegnato da tempo la mia dichiarazione dei redditi", si legge nella nota mandata via mail. Nulla di dice sul reddito che in ogni caso sul sito del Comune di Brindisi non c'è. C'è solo quella dell'assessore Scatigno

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

articolo aggiornato alle 13.57

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terrore in strada: moglie getta acido addosso al marito, lui è grave

  • Muore soffocato da un pezzo di focaccia

  • "Dacci 50mila euro o ti bruciamo gli ulivi": ma l'imprenditore sporge denuncia

  • Aggredito con l'acido dalla moglie: uomo stabile ma gravissimo

  • Bimbo di 10 anni si accascia in strada: un vigilante gli salva la vita

  • Allarme clima: la provincia di Brindisi è quella che si sta riscaldando di più

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento