Domenica, 24 Ottobre 2021
Politica

Rottamare Renzi: gli errori clamorosi della sinistra Pd

Si può fare in tanti modi l'opposizione a Renzi (e si può anche non farla, dipende dalle personali opzioni), ma ci sono modi di farlo che non raggiungeranno mai l'obiettivo. Emiliano fa a Renzi una opposizione che sa tanto di rivalità personale

Si può fare in tanti modi l'opposizione a Renzi (e si può anche non farla, dipende dalle personali opzioni), ma ci sono modi di farlo che non raggiungeranno mai l'obiettivo. Emiliano fa a Renzi una opposizione che sa tanto di rivalità personale essendo il suo modo di intendere la politica (leadership esasperata, alleanze spregiudicatissime) simile a quello del premier. Non so quanto possa valere sul piano nazionale il leader pugliese, ma non rappresenterebbe una vera svolta, a parte la sua imbattibile simpatia personale a fronte dell'antipatia  che il premier suscita.

C'è l'opposizione della sinistra Pd, alla Cuperlo e oggi alla Speranza. Vedo due handicap: il primo viene dal fatto che entrambi vengono dalla esperienza Bersani, un gran brav'uomo che ha perso elezioni vinte e che si è fatto maltrattare in tv da Crimi e Lombardi, cioè dai Grillini più modesti mai apparsi sulla scena. Il secondo sta nell'inconcludenza di questa sinistra che agita il vessillo rosso del pericolo democratico poi vota disciplinatamente. Più lineare il tristissimo Fassina.

Infine ci sono errori, a mio parere,  clamorosi. È giusto sollevare il caso Verdini e impedire questo sconcio del partito della Nazione con lui. Tuttavia in questi giorni il tema più rilevante è l'aver approvato una legge sulle unioni civili, che, al netto del tema delle adozioni, mette finalmente sul piano di parità tutti gli amori. Non è poco! Renzi e Cirinnà hanno fatto tanto casino che stava per saltare tutto, ma una buona legge c'è.

Il punto politico per chi fa opposizione dall'interno a Renzi non è complesso. Bisogna decidere se si vuol far cadere il suo governo ( e allora si sceglie la strada di Fassina), oppure se lo si incalza sui contenuti, sul modo di governare, sul familismo amorale. Superare renzismo e anti renzismo significa riconoscere che Renzi è lì perché altri hanno gravemente fallito e che stando lì , dopo un iniziale retorica riformista, gli si sono affastellati problemi, gli scontri, le scene di occupazione del potere dal sapore antico.

È come se un arrogante quattordicenne guidasse un Tir in autostrada! Bisogna convincere una parte del mondo renziano che la parabola breve del premier è finita, va rottamato pure lui. Cioè è un pezzo di storia reale nostra ed è alla storia che bisogna consegnarlo perché la cronaca di oggi non ci regala tranquillità, figuriamoci le previsioni sul futuro.

Bisogna convincere la sinistra Pd che con gli argomenti usati finora si dà spazio al vittimismo di Renzi che come fa sempre il vittimismo produce consenso. Quindi serve un'altra soluzione. Io la sto cercando.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rottamare Renzi: gli errori clamorosi della sinistra Pd

BrindisiReport è in caricamento