rotate-mobile
Politica

Gli ormeggiatori licenziati occupano una sala del Comune

I quattro ormeggiatori licenziati dal porticciolo turistico sono tornati a protestare, occupando l'ex sala giunta del Comune. "Basta con le promesse, ora vogliamo i fatti", dicono.

BRINDISI - Per tutta la mattinata odierna, sul balcone situato proprio sopra l'ingresso principale del Comune era stato esposto uno striscione con su la scritta: "Vogliamo subito una soluzione". I quattro ormeggiatori licenziati dal porticciolo turistico sono tornati a protestare platealmente, e dopo aver sostato davanti ai cancelli di Palazzo di Città in occasione dei Consigli comunali, stavolta hanno deciso di entrare direttamente in Municipio, per occupare l'ex sala giunta al primo piano.

Per tutta la mattina, i lavoratori si sono seduti in quello che solitamente è il posto occupato dai consiglieri impegnati nelle commissioni. "Continueremo a protestare fino a quando non ci verrà data una mano, chiediamo di lavorare ma questo diritto ci viene negato da mesi. E l'aspetto più grave dell'intera vicenda è che abbiamo appreso che dall'1 giugno al nostro posto lavorano altre quattro persone, dipendenti di un'altra ditta leccese. Hanno ottenuto un contratto per un anno, mentre noi siamo a spasso da tempo". Nella loro battaglia, però, non sono soli: anche questa mattina c'era Bobo Aprile dei Cobas e il consigliere del Pdl Maurizio Masi, firmatario di un ordine del giorno in cui veniva chiesto un tavolo di concertazione per individuare una soluzione per gli ormeggiatori. Quel documento era passato all'unanimità. "Eppure ad oggi non è cambiato niente, è incredibile", ammette lo stesso Masi.

Forse anche perché tutti impegnati a sostenere di persona Mennitti nella spinosa vicenda-rifiuti, nessun altro tra assessori e consiglieri ha ricevuto i lavoratori, ma non è escluso che oggi possano avere un incontro con il vicesindaco Mauro D'Attis. "Promesse ne abbiamo ascoltate fin troppe, è l'ora di passare ai fatti", ha detto Aprile.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli ormeggiatori licenziati occupano una sala del Comune

BrindisiReport è in caricamento