rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Politica

Grande Salento: firmato il protocollo d’intesa con Taranto e Lecce

BRINDISI - Il progetto del Grande Salento comincia a prendere corpo. Stamane è stato sottoscritto dai tre Presidenti un protocollo di intesa in cui si individuano, all’interno di un “Piano per la competitività del Grande Salento”, strategie di azioni e obiettivi prioritari per aumentare la competitività territoriale attraverso un adeguato ed immediato potenziamento infrastrutturale riguardante la mobilità dell’area jonico-salentina.

BRINDISI - Il progetto del Grande Salento comincia a prendere corpo. Stamane è stato sottoscritto dai tre Presidenti delle Province di Brindisi, Lecce e Taranto un protocollo di intesa in cui si individuano, all'interno di un "Piano per la competitività del Grande Salento", strategie di azioni e obiettivi prioritari per aumentare la competitività territoriale attraverso un adeguato ed immediato potenziamento infrastrutturale riguardante la mobilità dell'area jonico-salentina.

In questa ottica, il presidente della Provincia di Brindisi, Massimo Ferrarese, ha ribadito la necessità di considerare alcune precise priorità: completamento della Strada denominata Sant'Andrea che collega la Strada statale 7 Brindisi-Taranto con Circonvallazione di Oria; ampliamento della Strada provinciale 74 Mesagne-San Pancrazio Salentino; potenziamento della direttrice Ostuni-Ceglie Messapica e Francavilla Fontana - Manduria (mare); completamento della circonvallazione dei centri abitati di Tututano, Francavilla Fontana e Cisternino; collegamento dell'Aeroporto di Brindisi con la linea ferroviaria Adriatica e con le Stazioni di Lecce e Taranto.

"E' di tutta evidenza - ha sottolineato il Presidente Ferrarese - che dalla realizzazione di tali interventi trarranno vantaggi tutti i cittadini della provincia di Brindisi e più in generale dell'intero Salento in quanto le opere andranno ad integrarsi con quelle previste nelle province di Lecce e di Taranto. Ritengo che aver condiviso la necessità di creare un fondo di rotazione per le necessarie fasi progettuali con l'intervento della Regione Puglia, sia un fatto di estrema importanza per passare dalle parole ai fatti".

Prossima tappa, individutata da Ferrarese con i "colleghi" Antonio Gabellone (Lecce) e Gianni Florido (Taranto): in tempi brevi il contenuto del protocollo di intesa sarà rappresentato al Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola. Nel contempo partirà anche una fase di confronto con le organizzazioni sindacali e datoriali delle tre province per raccogliere osservazioni e suggerimenti.

Sempre nel corso del vertice odierno, è stato affrontato il tema del marketing territoriale in una visione di insieme del Grande Salento pur conservando le specificità di "Salento d'Amare", "Filia Solis" e "Terra Jonica", con l'impegno di verificare immediatamente l'ipotesi di una partecipazione congiunta, per la prima volta, nel 2011 alla B.I.T. di Milano.

In tale ottica, è già stato convocato uno specifico incontro con Aeroporti di Puglia per individuare le località estere sulle quali puntare, con iniziative adeguate, per il prossimo futuro in quanto direttamente collegate con il nostro aeroporto. "Ritengo - ha concluso Ferrarese - che con questa intesa sia stato compiuto un passo importante in direzione di uno sviluppo integrato del territorio, attraverso una forza di attrazione di nuovi investimenti ed a vantaggio delle popolazioni del Grande Salento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grande Salento: firmato il protocollo d’intesa con Taranto e Lecce

BrindisiReport è in caricamento