Domenica, 24 Ottobre 2021
Politica

I consiglieri d'opposizione si autosospendono dalle commissioni

"Continuare a partecipare alle sedute, sarebbe una mancanza di serietà e di rispetto verso la cittadinanza nonché uno spreco di denaro"

BRINDISI – Tredici consiglieri comunali d’opposizione hanno comunicato al presidente del consiglio comunale di Brindisi, Pietro Guadalupi, la decisione di autosospendersi dalle commissioni consiliari. Si tratta di Stefano Alparone ed Elena Giglio (Movimento 5 stelle), Mauro D’Attis (Forza Italia), Riccardo Rossi e Giuseppe Cellie (Brindisi Bene Comune - Sinistra per Brindisi), Antonio Elefante e Damiano Flores (Partito democratico), Rino Scarano (lista Marino sindaco), Cristian Saponaro (Rinasce Brindisi), Rino Pierri (Brindisi popolare), Giampaolo D’Onofrio, Antonio Manfreda e Carmelo Palazzo (Impegno sociale).

Tale decisione scaturisce dal “perdurare da settimane della crisi politica che vede il capoluogo privo di una giunta dal 30 dicembre”, cosa che “di fatto rende improduttive le sedute delle stesse, trasformandole in erogatori di gettoni di presenza”. I consiglieri inoltre invitano il presidente a sospendere il lavoro di tutte e nove le commissioni per gli stessi motivi che hanno portato alla loro decisione di autosospendersi.

“Va sottolineato che in questi mesi – si legge in una nota a firma - anche quando esisteva una giunta, più volte da parte dell’opposizione si sono levate critiche circa il funzionamento delle commissioni, proprio per il quasi nullo operato delle due precedenti giunte Carluccio, così come certificato dall’albo pretorio”. Al momento secondo i consiglieri che hanno deciso di autosospendersi: “Continuare a partecipare alle sedute, sarebbe una mancanza di serietà e di rispetto verso la cittadinanza nonché uno spreco di denaro”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I consiglieri d'opposizione si autosospendono dalle commissioni

BrindisiReport è in caricamento