rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Politica

Intervento/ Si allontana lo spettro della liquidazione per la Multiservizi

Si riporta di seguito una nota di Francesco Arigliano, amministratore unico della società partecipata Brindisi Multiservizi, sugli ultimi sviluppi riguardanti lo stato patrimoniale della società in house del Comune

BRINDISI - Si riporta di seguito una nota di Francesco Arigliano, amministratore unico della società partecipata Brindisi Multiservizi, sugli ultimi sviluppi riguardanti lo stato patrimoniale della società in house del Comune.

Sulla scorta di quanto già da tempo preannunciato dal Sindaco Consales ed anche grazie al puntuale operato dell’amministrazione comunale, nonché dell’impegno profuso dagli assessori e consiglieri comunali, i quali hanno approvato il bilancio preventivo 2014, si è allontanato lo spettro della liquidazione per la Brindisi Multiservizi.

Oggi, a poco più di un anno dall’insediamento dell’attuale Amministratore Unico, è opportuno rappresentare l’effettivo “stato dell’arte” della Brindisi Multiservizi srl prendendo le mosse dall’esercizio 2013 che potrà chiudersi con un rilevante abbattimento delle perdite rispetto all’anno precedente in quanto la Società, anche in attuazione degli indirizzi dell’Amministrazione Comunale, ha già realizzato notevoli economie quali riduzione delle spese per il personale, del carburante, forniture, telefonia e noleggi.

Dalle iniziative gestionali adottate sin dalla nomina dell’attuale Amministratore, avvenuta ad inizio luglio ‘13, risulta nitidamente che mentre nel primo semestre ’13 “di precedente gestione” la Società ha conseguito un risultato d’esercizio negativo per complessivi € 744.705,07, nel successivo semestre (dall’1.7.13 al 31.12.13) ha prodotto notevoli economie tanto da generare un utile per € 198.296,15.     

Tale trend positivo ha riguardato anche il primo semestre 2014 allorchè si è registrata una riduzione dei costi rispetto al medesimo periodo dell’anno pregresso a cui va, comunque, associata una diminuzione di servizi affidati che rende allo stato difficoltoso l’obiettivo del pareggio di bilancio nonostante l’avviato efficientamento gestionale.

Di certo, una delle ipotesi di sviluppo della Società è rappresentata dal rilancio dei settori già operanti unitamente all’acquisizione di nuovi servizi e contratti aggiuntivi (es. estensione alla zona industriale della Manutenzione del Verde, della Segnaletica Stradale e della Rete Viaria, custodia e pulizia dei Mercati Rionali, custodia e manutenzione dei Parchi Cittadini e degli edifici comunali) di valenza assolutamente strategica al fine di conseguire una migliore razionalizzazione della forza lavoro oltre che il pareggio di bilancio.

Dall’analisi del Piano Industriale 2014-2016, già presentato all’amministrazione comunale, così come integrato e migliorato dalla stessa BMS con prospetti economico finanziari, risulta una riduzione di costi su base triennale di diversi milioni di euro.

Tali risultati (2014-2016) saranno raggiungibili solo attraverso un lavoro sinergico tra Società ed Amministrazione Comunale che da un canto giustifichi il ruolo della BMS di “braccio operativo” del Comune con economicità degli affidamenti diretti in favore della Partecipata rispetto ai maggior costi degli appalti assegnati all’esterno, e dall’altro ponga fine alle criticità del passato mettendo a disposizione della comunità brindisina maggiori e più efficienti servizi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intervento/ Si allontana lo spettro della liquidazione per la Multiservizi

BrindisiReport è in caricamento