rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Politica

Idv: “Inascoltati dal Centrosinistra”

BRINDISI – “Sbagliata l’impostazione che ha portato a delegare al Partito democratico l’indicazione del candidato sindaco. Errato non coinvolgere da subito movimenti che più di altri avrebbero avuto titolo a confrontarsi con il centrosinistra. Scorretto non aver accolto il criterio di lavoro suggerito da Italia dei Valori e che avrebbe dovuto consentire alla coalizione di esprimere una linea chiara sulla maggiori problematicità della città di Brindisi, connesse evidentemente allo sviluppo del porto e alle complesse attività legate agli insediamenti industriali”.

BRINDISI - "Sbagliata l'impostazione che ha portato a delegare al Partito democratico l'indicazione del candidato sindaco. Errato non coinvolgere da subito movimenti che più di altri avrebbero avuto titolo a confrontarsi con il centrosinistra. Scorretto non aver accolto il criterio di lavoro suggerito da Italia dei Valori e che avrebbe dovuto consentire alla coalizione di esprimere una linea chiara sulla maggiori problematicità della città di Brindisi, connesse evidentemente allo sviluppo del porto e alle complesse attività legate agli insediamenti industriali".

Lorenzo Caiolo (coordinatore provinciale di Italia dei Valori) non parla ancora ufficialmente di strappo dallo schieramento di centrosinistra. Ma conferma la netta contrarietà di Idv a recitare il ruolo di comparsa in seno ad un'alleanza allargata costruita a tavolino da Pd e Udc. "Avevamo posto delle priorità e delle linee guida che avrebbero dovuto caratterizzare il cammino verso la proposta politico amministrativa.

Nomi e programmi sarebbero dovuti maturare dal confronto e non essere il frutto di una scelta quasi imposta. Tardivo, poi, il riconoscimento al movimento "Brindisi bene comune", che andava coinvolto molto prima. Si è preferito, invece, coaptare nella coalizione altre forze e partiti, peraltro senza neppure avviare sul tema una discussione". Fatte queste premesse, appare evidente che il movimento di Antonio Di Pietro con un piede si tira già fuori dal "laboratorio brindisino" (pronto invece a scendere in campo con il giornalista Mimmo Consales, candidato sindaco).

E in attesa delle decisioni di Sel, Idv starebbe valutando possibili convergenze sia con "Brindisi bene comune" sia con "Sviluppo e lavoro". Ma anche su questo fronte Italia dei Valori ammonisce: "Le riserve ad accettare candidati imposti valgono in ogni caso. Quello che in queste ore stiamo valutando - conclude Caiolo - è la fattibilità di una alleanza di sinistra, da costruire attorno ad una figura autorevole e che sia garante del programma".

Il messaggio al consigliere regionale Giovanni Brigante appare chiaro. E così, tra una trattativa e l'altra, la proposta di candidatura del notaio Michele Errico continua a prendere quota a sinistra.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Idv: “Inascoltati dal Centrosinistra”

BrindisiReport è in caricamento