menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alparone, M5S: "Le dimissioni del sindaco scadono il 19"

Ma da quando decorrono davvero i 20 giorni che il sindaco Angela Carluccio ha a disposizione per confermare o ritirare le proprie dimissioni? Per il consigliere comunale Stefano Alparone, del M5S, sul calcolo le opposizioni hanno commesso un errore

BRINDISI – Ma da quando decorrono davvero i 20 giorni che il sindaco Angela Carluccio ha a disposizione per confermare o ritirare le proprie dimissioni? Per il consigliere comunale Stefano Alparone, del M5S, sul calcolo le opposizioni hanno commesso un errore. Senza contare che la maggioranza, o ex tale, avrebbe lasciato tutto nel vago se non fosse stata sollecitata a comunicare le dimissioni stesse al consiglio comunale nella seduta di lunedì. Adempimento tutt’altro che secondario, dice Alparone.

“Con quale criterio si è fissata la data del 13 febbraio quale ultimo giorno utile alla sindaca per ritirare le proprie dimissioni? È chiaro che si sia - in maniera semplicistica e probabilmente superficiale - fatta decorrere tale data associandola a quella di presentazione delle dimissioni avvenuta il 24 gennaio, sommando poi i 20 giorni di tempo che la legge concede al primo cittadino come tempo massimo per poterle ritirare. Purtroppo ai più è sfuggito un altro parametro fondamentale contenuto nella norma di riferimento ovvero il quando far partire il conto dei venti giorni”, dichiara il capogruppo del M5S.

“A tal proposito è stato sufficiente leggere quanto in maniera stringata e difficilmente interpretabile – prosegue Alparone per spiegare la propria posizione - recita l’articolo 53 del Testo unico degli enti locali che appunto regola le dimissioni; più precisamente al comma 3 recita: ‘Le dimissioni presentate dal sindaco o dal presidente della Provincia diventano efficaci ed irrevocabili trascorso il termine di 20 giorni dalla loro presentazione al consiglio. In tal caso si procede allo scioglimento del rispettivo consiglio, con contestuale nomina di un commissario’”.

Perciò, secondo Alparone, “se quanto affermato dal Tuel ha valore, il conteggio deve partire dal 30 gennaio, data dell’ultimo consiglio comunale. Certo ricordando quanto accaduto in consiglio all’apertura del quale è stata l’opposizione a chiedere, più di una volta, che venisse fornita questa comunicazione all’assise, il dubbio sorge spontaneo. Se tale richiesta non fosse stata avanzata con forza, ad oggi, i famosi venti giorni non sarebbero iniziati a decorrere. Infatti è dalla presentazione in Consiglio delle dimissioni che il termine inizia a decorrere”, deduce il capogruppo del Movimento 5 Stelle

“Quindi se i calcoli non ingannano – conclude Stefano Alparone - la data ultima utile alla sindaca per ritirare le proprie dimissioni non sarà il 13 febbraio ma il 19. Insomma forse sarebbe opportuno che il segretario generale esprimesse un parere in merito utile a dirimere la questione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento