Capannoni ex Saca: "I quartieri derubati di quei 18 milioni"

I 18 milioni di euro destinati dall'amministrazione Carluccio al recupero di due capannoni ex Saca nell'area del parco del Cillarese viene duramente attaccata dal candidato sindaco del centrosinistra, Nando Marino, che parla di denaro sottratto alla sua destinazione originaria, vale a dire il risanamento dei quartieri

BRINDISI - I 18 milioni di euro destinati dall'amministrazione Carluccio al recupero di due capannoni ex Saca nell'area del parco del Cillarese viene duramente attaccata dal candidato sindaco del centrosinistra, Nando Marino, che parla di denaro sottratto alla sua destinazione originaria, vale a dire il risanamento dei quartieri.

"In campagna elettorale avevamo detto che il decreto di Renzi che mette a disposizione 500 milioni per progetti di recupero sociale e urbano delle periferie è un’opportunità che Brindisi non doveva lasciarsi sfuggire. Mai e poi mai avremmo, tuttavia, pensato che l'Amministrazione Carluccio (o chi per lei) li avrebbe utilizzati per tutt'altro.

Sappiamo bene che le periferie di Brindisi segnano una nota dolentissima nel quadro della qualità urbana, cronicizzata dalla lontananza della pubblica Amministrazione, che in questi anni ha considerato i quartieri un’appendice scomoda e inutile. Avere a disposizione un finanziamento fino a 18 milioni di euro e non utilizzarlo per riqualificare le tante zone degradate della città costituisce una vera e propria vergogna e un’offesa ai cittadini di Brindisi che da anni attendono che il Comune rivolga loro un minimo di attenzione.

I nostri quartieri hanno bisogno di servizi e infrastrutture, dagli spazi per la cultura ai luoghi di svago, dal risanamento dello spazio pubblico alla videosorveglianza, dal verde alle aree per lo sport e il tempo libero. Riqualificare i quartieri è un fatto culturale, ma anche di sicurezza. E per dare più sicurezza alla città occorre ripulirla dall’incuria e creare occasioni di vita comunitaria.

E invece cosa fa l’Amministrazione? Piuttosto che presentare un proprio progetto finalizzato a ridare vita alle tante strutture in decadimento dei quartieri periferici, a realizzare opere di aggregazione, a proporre iniziative capaci di rigenerare le zone più marginali e trascurate o di ridurre le distanze tra il centro e la periferia, propone alle associazioni di presentare progetti per l’utilizzo dei due vecchi capannoni abbandonati ex Saca all'interno del Parco Cillarese. Un luogo splendido ma del tutto disabitato, quindi completamente slegato dallo spirito del finanziamento, erogato specificatamente per le periferie intese come "aree urbane caratterizzate da situazioni di marginalità economica e  sociale,  degrado  edilizio e carenza di servizi".

Insomma, pensa bene di mettere a disposizione una struttura tutt'altro che periferica di soggetti che ne faranno richiesta per realizzare una propria attività associativa o di impresa. Non è dato sapere chi sarà chiamato a valutare i progetti che arriveranno. Un celeberrimo uomo politico diceva che “A pensar male si fa peccato ma molto spesso si indovina”. Per questo non vorremmo che i finanziamenti pensati per rendere più sostenibile la vita dei cittadini che vivono nei quartieri periferici, vadano a rimpinguare le solite tasche degli amici degli amici. Non vorremmo, insomma, che la tentazione di dare sfogo a qualche interesse particolare diventasse ancora una volta irresistibile.

Non c'è che dire: questo è il biglietto da visita della nuova amministrazione per gli abitanti di quei quartieri che hanno offerto un contributo notevole all'elezione dell'attuale Sindaco e che oggi si si sentono, non solo dimenticati, ma addirittura defraudati di denaro stanziato appositamente per rivitalizzare le loro zone. Da parte nostra assicuriamo che terremo gli occhi aperti per denunciare le cattive politiche di questa amministrazione e che continueremo la nostra campagna di ascolto in tutti i quartieri di Brindisi per portare in Comune le idee e i progetti per rendere migliori le vite delle periferie e quelle degli uomini, delle donne e dei bambini che le abitano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Covid, Puglia: la curva non si abbassa, 32 nuovi decessi

  • Coronavirus, alto il numero dei decessi in Puglia: sono 52

Torna su
BrindisiReport è in caricamento