rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Politica

"Il Comune va avanti comunque", accordo maggioranza-opposizione sulle cose da fare

BRINDISI – L’impedimento del sindaco di Brindisi a riprendere il timone dell’amministrazione comunale avrà tempi imprevedibili, ma certo lunghi. Nessuna decisione si può prendere al momento con il parere o le disposizioni di Domenico Mennitti, che sta appena uscendo dalla grave crisi che solo tre giorni fa ne aveva messo la vita in serio pericolo.

BRINDISI - L'impedimento del sindaco di Brindisi a riprendere il timone dell'amministrazione comunale avrà tempi imprevedibili, ma certo lunghi. Nessuna decisione si può prendere al momento con il parere o le disposizioni di Domenico Mennitti, che sta appena uscendo dalla grave crisi che solo tre giorni fa ne aveva messo la vita in serio pericolo.

I due portatori dei massimi poteri istituzionali dopo quello del primo cittadino, e cioè Mauro D'Attis, il vice sindaco, e il nuovo presidente del consiglio comunale, Angelo Rizziello, stanno cercando di guardare oltre l'emergenza attuale e ponderare ogni ipotetico scenario, anche se l'attesa per un primo colloquio con il sindaco è al momento il principale obbligo della maggioranza.

Ve ne è poi uno che riguarda insieme l'amministrazione ma anche l'opposizione, ed è il dovere di evitare che la città resti in mezzo al guado in una fase di per sé delicatissima, e che perda occasioni, finanziamenti, progetti. Su questo si è cercato nelle ultime 48 ore di costruire una intesa di fondo per compiere in maniera condivisa alcune scelte amministrative.

Una sarà quella, nella seduta consiliare programmata per il 4 luglio, di approvare la delibera che servirà a dotare di sei milioni di euro l'intervento di rigenerazione urbana a Tuturano. Poi altre sedute stabilite per il 12, il 19 e il 26 luglio in cui arriveranno al pettine il progetto per il Palaeventi, la questione del ciclo dei rifiuti e quella della situazione del calcio locale.

Un programma concordato tra i capigruppo di maggioranza e opposizione questa mattina, in una riunione cui hanno partecipato, oltre a Rizziello, anche il vice sindaco D'Attis e il vice presidente del consiglio comunale, Antonio Monetti. "Ferme restando le dovute differenziazioni tra maggioranza e opposizione - ha detto Rizziello ai giornalisti in una conferenza stampa successiva all'incontro - abbiamo concordato di proseguire l'azione amministrativa programmata".

"Ci sono sedute consiliari da convocare (quelle già elencate, ndr) su argomenti decisi in accordo. Si va avanti comunque", ha proseguito Rizziello. "Ma ci applicherà il metodo della ricerca della collegialità anche di fronte ad eventi ed argomenti eccezionali, con una preventiva consultazione. E' il caso della materia energetica, ad esempio".

Antonio Monetti ha aggiunto che "all'interno della conferenza dei capigruppo si è stabilito un clima di collaborazione diverso. Il sindaco sarebbe stato d'accordo con noi, in questa scelta di proseguire l'azione amministrativa. Aggiungo che alla fine di ogni conferenza dei capigruppo sarà applicato il metodo di informare subito la stampa delle decisioni assunte". Perché l'ultima cosa di cui Brindisi ha bisogno adesso sono le voci di corridoio e le notizie pilotate.

L'opposizione ha assunto un atteggiamento molto responsabile. Seguirà questo percorso, ma non farà ovviamente sconti: ogni cosa dovrà essere frutto di confronto e di ricerca di un esito condiviso. Per luglio il programma già c'è, per agosto e settembre, ha detto Rizziello, "cercheremo di fare la stessa cosa". In attesa di una decisione anche da parte di Mennitti.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il Comune va avanti comunque", accordo maggioranza-opposizione sulle cose da fare

BrindisiReport è in caricamento