rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Politica

Articolo Uno entra in consiglio: Saponaro aderisce al movimento

Articolo Uno, il nuovo movimento nato dal distacco della componente di sinistra dal Partito Democratico, sarà rappresentato in consiglio comunale. Ha aderito ad Articolo Uno, infatti, il consigliere Christian Saponaro

BRINDISI - Articolo Uno, il nuovo movimento nato dal distacco della componente di sinistra dal Partito Democratico, sarà rappresentato in consiglio comunale. Ha aderito ad Articolo Uno, infatti, il consigliere Christian Saponaro, eletto con una delle liste a a sostegno del candidato sindaco Nando Marino, Rinasce Brindisi. Lo fa sapere una nota dello stesso coordinamento brindisino di Articolo Uno.

"Il coordinamento di Articolo Uno di Brindisi si è riunito per definire le iniziative necessarie all'organizzazione, al radicamento sociale, all'identità  del movimento in città. Si è  preso atto con soddisfazione dell'andamento positivo della campagna di adesione che in questi giorni ha registrato anche quella del consigliere comunale Christian Saponaro, eletto nelle ultime elezioni comunali con la lista civica a sostegno di Nando Marino", comunica infatti la nota.

"Saponaro presente alla riunione ha voluto motivare la sua adesione richiamando il valore-programma dell'articolo 1 della Costituzione, 'L'Italia è una Repubblica democratica fondata sul,lavoro.....', e sulla base di una esigenza da lui maturata di far parte di un movimento nazionale di centrosinistra in cui possono e devono confluire esperienze civiche come quella che lo ha visto e lo vede impegnato nel consiglio comunale, e che ha  come riferimento principale il lavoro e i valori di una sinistra moderna e innovativa."

Articolo Uno avrà presto una sede in città. ed ha progettato una serie di iniziative. "Nella riunione sono state esaminate le numerose vertenze a difesa del lavoro in atto in città e la cui mancanza ha già determinato una  drammatica crisi occupazionale cittadina. Una crisi che potrà aggravarsi  a causa della perdurante incertezza che pesa sulle prospettive dell'attuale assetto produttivo, sociale e amministrativo e che ormai non risparmia nessun settore. Di  fronte a questa situazione emerge in tutta la sua grave irresponsabilità, il disinteresse e il distacco delle istituzioni e delle sue stesse rappresentanze", rileva il comunicato.

Quindi la critica all'amministrazione Carluccio: "La città continua a non essere governata. Chi l'amministra spreca tempo e impegno solo a mantenere in piedi una traballante maggioranza continuamente  alla ricerca di assetti, di incarichi, di risorse a tutto vantaggio solo di incompetenze e mediocrità. Brindisi è ormai indifesa, isolata e, per responsabilità di chi l'amministra, vive in una perennne provvisorietà e precarietà. Una situazione questa che si aggrava sempre più anche a causa di scelte nazionali e regionali che sembrano non prendere in nessuna occasione e in considerazione la città".

Questione igiene urbana: "Emblematica poi  è la vicenda della gestione della raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani che dopo un anno non ha trovato ancora una soluzione. Incertezza, contenziosi, rinvii, hanno lasciato la città sempre più sporca, abbandonata, malgrado i costi esageratamente elevati scaricati sui cittadini".

Attraverso il consigliere comunale che lo rappresenterà nell'assemblea elettiva cittadina, Articolo Uno si prepara ad una campagna di opposizione, ricercando intese con le altre forze di sinistra: "Il coordinamento ha deciso di formalizzare la richiesta di incontro alle forze di sinistra e alle associazioni cittadine e a tutte quelle che si richiamano al lavoro e alla sua dignità con l'obiettivo di dare un contributo per  trovare convergenze e sviluppare iniziative comuni pur salvaguardando le rispettive autonomie e sensibilità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Articolo Uno entra in consiglio: Saponaro aderisce al movimento

BrindisiReport è in caricamento