Lunedì, 18 Ottobre 2021
Politica Oria

Oria, Ferretti primo al fotofinish: “ Una vittoria del voto umile”

Vittoria al fotofinish per Cosimo Ferretti che solo quando sono state scrutinate tutte le sezioni di Oria ha potuto brindare al successo: è stato eletto sindaco con il 50,80 per cento, contro il 49,20 per cento dell’avversaria Maria Carone. “Sottovalutato il ballottaggio. Chiedo scusa a Carone per i toni degli ultimi giorni”.

ORIA – Vittoria al fotofinish per Cosimo Ferretti che solo quando sono state scrutinate tutte le sezioni di Oria ha potuto brindare al successo: è stato eletto sindaco con il 50,80 per cento, contro il 49,20 per cento dell’avversaria Maria Carone. Un soffio per la coalizione di centrodestra trainata da Forza Italia e Unione di centro, rispetto al gruppo di civiche. Che vale il ritorno al Municipio per Ferretti, già primo cittadino dal 2006 al 2010, salvo inciampare negli ultimi tre mesi del mandato, complice un ribaltino consumato nell’Aula del consiglio comunale.

“E’ stata sofferta, questo è vero, perché è stato sottovalutato il ballottaggio che invece riserva sorprese,  ma quel che conta è il risultato”, dice Ferretti che per prima cosa ha voluto portare un saluto ai suoi genitori, scomparsi tempo fa. Stamattina (15 giugno) lo cercavano tutti, lui era al cimitero. E quando è uscito è stato travolto dalle telefonate di auguri. Quella che porta nel cuore gli è arrivata da un pensionato arrivato a 88 primavere: “Mi ha detto di essere tornato a votare per me, per il progetto politico che abbiamo sostenuto e mi ha regalato gioia perché è la testimonianza del fatto che a Oria, alla fine, ha vinto il voto umile che nonostante tutto guarda al futuro con speranza”.

Agli Azzurri di Forza Italia e ai centristi, si sono aggiunte le liste Uniti con Ferretti sindaco, Identità e coesione e Fratelli d’Italia che segnano la svolta dopo il governo di Cosimo Pomarico, l’uscente costretto alle dimissioni che avrebbe voluto provare a tornare con il Nuovo centrodestra dopo il fallimento della formula del Laboratorio, ma è rimasto senza fiato al primo turno del 31 maggio scorso.

La coalizione di Ferretti avrà dalla parte opposta il team composto da Insieme per Oria, Oria è, Cambiare storia e Legalità e Sviluppo per Oria che con Carone, dirigente dell’Ufficio di Ragioneria del Ministero dell’interno, ha dato prova di resistenza. Ferretti che è stato anche consigliere provinciale sa bene il valore dell’avversaria. E infatti la prima riflessione è su chi l’ha sfidato al ballottaggio: “E’ stata leale e determinata”, dice. “Ora corre l’obbligo di scusarmi con lei se negli ultimi giorni i toni sono stati più tesi per via di qualche sfottò che è partito da alcuni dei miei sostenitori. Ma lontano da me il voler mancare di rispetto a una donna come lei, una che ha dimostrato il suo valore, forse sottovalutato da alcuni”.

Il riferimento è anche a quanto è successo questa notte davanti al Municipio, quando i più attivi fra i supporter di Ferretti si sono lanciati in abbracci e corsi e si sono affrettati a mettere in testa al neo eletto sindaco un cappellino: “C’è stato chi ha visto in questo gesto qualcosa di irrispettoso verso Carone perché lei nel periodo della campagna elettorale ha indossato cappellini. Posso assicurare che non è così. In ogni caso se qualcuno ha avuto questa percezione, mi scuso”.

Chiusa questa parentesi, Ferretti pensa al lavoro che l’aspetta. Con maggiore consapevolezza ed esperienza rispetto al passato: “L’esperienza pregressa è stata fondamentale”, dice. “C’è contezza dei problemi di Oria e, senza addossare colpe a nessuno, gli ultimi tempi sono stati scanditi da conflitti che hanno fatto parecchio soffrire questa città. Ci daremo da fare per sciogliere tutti i nodi presenti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oria, Ferretti primo al fotofinish: “ Una vittoria del voto umile”

BrindisiReport è in caricamento