rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Politica

Il Pd attacca ancora la giunta Rizzo

BRINDISI - Il Pd all'attacco della giunta Udc-Sel di S.Pietro Vernotico, dopo alcuni scricchiolii interni alla maggioranza guidata dal sindaco centrista Pasquale Rizzo. "Sono passati venti mesi dall’insediamento del sindaco Rizzo e ciò che pensavamo - si legge in un comunicato del Pd locale - è successo: la maggioranza perde i primi pregiati pezzi. I consiglieri comunali Sergio Valzano e Daniele Ancora hanno espresso gravi critiche alla 'insufficienza e inconsistenza dell’azione amministrativa e all’inadeguatezza rispetto ai gravissimi problemi della nostra comunità'. Per tutta risposta le forze politiche che sostengono la maggioranza hanno pubblicato un manifesto nel quale si accusano i due dissidenti di volubilità personale, di assenza e latitanza, come se le critiche rivolte fossero frutto di un capriccio".

BRINDISI - Il Pd all'attacco della giunta Udc-Sel di S.Pietro Vernotico, dopo alcuni scricchiolii interni alla maggioranza guidata dal sindaco centrista Pasquale Rizzo. "Sono passati venti mesi dall'insediamento del sindaco Rizzo e ciò che pensavamo - si legge in un comunicato del Pd locale - è successo: la maggioranza perde i primi pregiati pezzi. I consiglieri comunali Sergio Valzano e Daniele Ancora hanno espresso gravi critiche alla 'insufficienza e inconsistenza dell'azione amministrativa e all'inadeguatezza rispetto ai gravissimi problemi della nostra comunità'. Per tutta risposta le forze politiche che sostengono la maggioranza hanno pubblicato un manifesto nel quale si accusano i due dissidenti di volubilità personale, di assenza e latitanza, come se le critiche rivolte fossero frutto di un capriccio".

Ma nessuna risposta da parte della maggioranza al merito delle questioni, sostiene il Pd. "Per salvare il 'soldato Rizzo' si accusano gli individui: la denigrazione ad personam come prassi politica. Di fronte a questo attacco il Pd esprime solidarietà nei confronti di due consiglieri comunali ai quali è stata negata la libertà di pensiero e di critica ricorrendo a metodi censori dal sapore staliniano. Peraltro, le parole pronunciate da Ancora e Valzano si aggiungono a quelle che il Partito Democratico veicola da più di un anno: l'attuale amministrazione è inconcludente, arrogante e priva di qualunque idea di sviluppo per San Pietro".

Il Pd, a questo punto, riepiloga i punti di critica all'amministrazione Rizzo: l'adozione del Piano Casa e del Piano Coste, il rafforzamento della raccolta differenziata, la realizzazione di tutti i progetti finanziati dalla precedente amministrazione (sottopasso di Via Liberta', completamento dei lavori contro il rischio idrogeologico, completamento della viabilita' nella zona PIP), la realizzazione del parcheggio dell'area mercatale, la realizzazione dei rondò agli incroci di Giardino Grande, Via Mesagne e Via Cellino.

"Inoltre, il Pd ritiene che l'isolamento politico in cui il nostro comune sta lentamente scivolando sia la causa della bocciatura, da parte dell'amministrazione provinciale, della delibera sull'Istituto Tecnico Commerciale che ha perso la sua autonomia a vantaggio di Brindisi. Ancora, il Pd osserva, sgomento, la superficialità con la quale il nostro sindaco sta affrontando la questione dell'ospedale: in molti comuni del Brindisino si sono tenuti, nelle scorse settimane, consigli comunali a difesa dei propri ospedali", accusa ancora il partito democratico.

"A San Pietro le opposizioni hanno chiesto più di due mesi fa una analoga iniziativa: il sindaco non ha ancora risposto. Detto e ribadito tutto ciò, osserviamo che tra le forze che sostengono Rizzo - conculde il comunicato - si è aperto un buco nero dalle conseguenze imprevedibili. Noi seguiamo queste vicende con preoccupazione, sapendo che l'instabilità politica ha come diretta conseguenza il peggioramento dell'azione amministrativa, e il Paese in questo momento ha bisogno di risposte".

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pd attacca ancora la giunta Rizzo

BrindisiReport è in caricamento