rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Politica

Il recinto della discordia

BRINDISI - L'Adoc chiede una recinzione più decorosa per il parcheggio in fase di realizzazione in via Dalmazia. E Consales risponde: «Verificheremo la corrispondenza ai canoni di arredo urbano».

BRINDISI - Da alcuni giorni la recinzione del parcheggio di via Dalmazia, effettuata dai proprietari dell'area, aveva incuriosito i molti brindisini che attraversano la zona. Questa mattina il presidente dell'Adoc, Giuseppe Zippo, aveva chiesto all'amministrazione comunale di intervenire affinché la recinzione rispettasse i canoni del decoro, «visti gli sforzi che la città sta facendo per migliorare la sua immagine».

La risposta del sindaco Mimmo Consales non si è fatta attendere. Il primo cittadino ha preso visione dei lavori di recinzione del parcheggio ed ha dato disposizione agli uffici comunali competenti di verificare la corrispondenza dei manufatti con il progetto approvato: «In caso contrario verrà disposta la rimozione in quanto non corrispondente ai canoni di arredo urbano perseguiti dall'Amministrazione comunale in carica».

Sulla superficie che si estende per circa 3400 metri quadrati la ditta Elite s.r.l. intende realizzare un parcheggio a raso. Il progetto è stato approvato dalla giunta comunale il 9 agosto scorso. In discussione dunque non c'è l'autorizzazione a recintare l'area ma solo il sistema di delimitazione scelto dall'azienda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il recinto della discordia

BrindisiReport è in caricamento