menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Carluccio ritorna: "Ora c'è serenità e l'Aia ad Enel da discutere"

Il cambio di casacca di Damiano Flores è "la ritrovata serenità politica" che ha indotto questa sera il sindaco Angela Carluccio a ritirare le dimissioni. Ma soprattutto, c'è il dovere che chiama: la conferenza dei servizi per il rilascio dell'Aia a Enel Cerano

BRINDISI - Il cambio di casacca di Damiano Flores è "la ritrovata serenità politica" che ha indotto questa sera il sindaco Angela Carluccio a ritirare le dimissioni. Ma soprattutto, c'è il dovere che chiama: la conferenza dei servizi per il rilascio dell'Aia a Enel Cerano è un richiamo alla responsabilità e alla presenza a Roma della prima cittadina. Chissà se sarebbe stato lo stesso senza il trasferimento di Flores in campo avverso, ma non si può vivere di dietrologia, in questo caso sulle intenzioni del sindaco. Quindi ecco il comunicato che annuncia la fine di quella che le opposizioni hanno definito una sceneggiata.

"Facendo seguito alla nota con la quale il 24 gennaio 2017 rassegnavo le mie dimissioni da sindaca della città di Brindisi, comunico di aver determinato di revocare le stesse con efficacia immediata. L’urgenza della mia decisione è legata alla necessità di disporre della pienezza delle funzioni in occasione della posizione che il Comune di Brindisi, nella persona del suo sindaco, è chiamato ad assumere entro domani, 8 febbraio 2017, nella conferenza di servizi fissata presso la sede del ministero dell’Ambiente, a Roma. Qui il Comune dovrà esprimere il proprio parere in ordine al riesame e al rilascio dell’Autorizzazione Integrata Ambientale per l’esercizio della Centrale Termoelettrica Federico II - Brindisi Sud”, si legge nella nota ufficiale.

Quale sarà la posizione del sindaco di Brindisi non è dato saperlo. Le carte si conoscono già perchè il Ministero dell'Ambiente le ha inviate al Comune (il Comitato salute pubblica ne ha già pubblicato alcuni contenuti, vedi articolo sulla nostra home page), ma Angela Carluccio come al solito sulla questione Enel non parla. Si limita a dire che "si tratta di questioni di eccezionale rilevanza e importanza per gli interessi del territorio e della popolazione, nei campi della salute pubblica, della tutela dell’ambiente, degli interessi economici e sociali".

"Attesa la volontà di non sottrarmi alle mie responsabilità, intendo assumere le opportune decisioni legate all’autorevolezza consentita dalla pienezza del mandato sindacale. Sull’esito dell’incontro riferirò al mio ritorno alla conferenza dei capigruppo del consiglio comunale", cioè a decisione già presa. "Per questi motivi, e per una ritrovata serenità della situazione politica le cui intense problematiche mi avevano spinta a rassegnare le dimissioni il 24 gennaio scorso, questa sera alle ore 19 ho revocato le stesse con efficacia immediata".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento