Politica

"Ho reagito ai continui attacchi contro di me: Elefante aveva sobillato i commercianti"

“Mi sono rivolto duramente al consigliere Elefante perché non sopporto chi si serve dei cittadini, strumentalizzandoli, per logiche politiche e, comunque per quanto mi riguarda, la discussione è terminata lì fuori (all’esterno della sede della Camera di Commercio, ndr)”

BRINDISI - “Mi sono rivolto duramente al consigliere Elefante perché non sopporto chi si serve dei cittadini, strumentalizzandoli, per logiche politiche e, comunque per quanto mi riguarda, la discussione è terminata lì fuori (all’esterno della sede della Camera di Commercio, ndr)”. Raggiunto telefonicamente da BrindisiReport.it, il sindaco Mimmo Consales dice la sua sullo scambio di insulti avvenuto questa mattina (12 ottobre) tra il primo cittadino e il consigliere comunale, nonché segretario cittadino del Partito democratico, Antonio Elefante. Un alterco che ha avuto come pubblico involontario, oltre ad una nutrita schiera di rappresentati della stampa, un gruppo di commercianti del mercato ortofrutticolo di viale Risorgimento, strumentalizzati, a detta del primo cittadino, dal consigliere Elefante.

“I commercianti mi hanno riferito di riunioni organizzate ad hoc prima della protesta di stamane; quando, subito dopo, mi hanno fatto sapere di essere stati informati sulla totale chiusura dell’amministrazione rispetto ai problemi del mercato ex Inapli, ho affrontato a muso duro il segretario del Pd dicendogli quello che pensavo in merito - spiega il sindaco - un conto è il nostro rapporto politico, non è un segreto, infatti, che tra noi vi è una totale diversità di vedute, un altro è strumentalizzare i cittadini e, in questo caso, i commercianti del mercato di viale Risorgimento, per attaccare il sottoscritto”.

Fatto sta che oggi la protesta dei titolari degli stalli di vendita all’intero del mercato di S. Angelo è stata quasi relegata ai margini della cronaca locale, spodestata dallo scambio di contumelie messo in piedi da sindaco e segretario cittadino del Pd, un botta e risposta che va avanti da tempo e che ben definisce il pantano in cui è sprofondata la politica e i suoi meccanismi.

“Basta fare un giro sul profilo Facebook del segretario Elefante per leggere i continui attacchi rivolti alla mia carica, una persona che riveste il ruolo di segretario cittadino del Pd non può usare certi toni. Ripeto, certi toni usati dal segretario non si addicono alla carica rivestita”, conclude Consales.

In effetti la pagina social del consigliere Elefante non risparmia post rivolti al primo cittadino, in uno degli ultimi, comparso poche ore dopo lo scontro verbale, Elefante riprende le accuse di strumentalizzazione lanciate, nei suoi confronti, dal sindaco, sottolineando come proprio quest’ultimo abbia, in passato, elogiato il suo impegno nei confronti delle problematiche sorte dopo il trasloco dei commercianti nel mercato di S. Angelo.

Basta spostare col mouse la visuale e, tra battute da bar e video pseudo divertenti, compaiono gli status con qualche frecciatina al nemico politico di turno; anche se, oggettivamente, i toni usati dal consigliere Elefante non sono così irrispettosi, almeno non come fa intendere il sindaco Consales, almeno non tanto quanto gli epiteti usati questa mattina dal primo cittadino nei suoi confronti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ho reagito ai continui attacchi contro di me: Elefante aveva sobillato i commercianti"

BrindisiReport è in caricamento