Politica

Consuntivo, in arrivo la diffida del prefetto. Nuova seduta forse il 15

Diffida del prefetto in arrivo a Palazzo di città dopo la seduta del Consiglio comunale andata deserta lo scorso 30 aprile per l'approvazione del Conto consuntivo del 2014. Mancava la maggioranza di centrosinistra per una precisa "strategia" come ha detto il sindaco, ma soprattutto non c'era il parere dei revisori dei conti

BRINDISI – Diffida del prefetto in arrivo a Palazzo di città dopo la seduta del Consiglio comunale andata deserta lo scorso 30 aprile per l’approvazione del Conto consuntivo del 2014. Mancava la maggioranza di centrosinistra per una precisa “strategia” come ha detto il sindaco, ma soprattutto non c’era il parere dei revisori dei conti. Che ancora non è stato consegnato, anche se Consales e giunta sono convinti che arriverà per tempo, prima del ritorno in aula. E che sarà favorevole, nonostante lo sforamento del patto di stabilità.

Facile immaginare che ci sia fermento in municipio, con tanto di amplificazione legata alla competizione elettorale del prossimo 31 maggio, quando i pugliesi saranno chiamati a scegliere direttamente il nuovo governatore della Regione più i cinquanta consiglieri: allo scontro ordinario tra coalizione di governo e opposizione (per quanto frastagliata ma pur sempre in contestazione è) che fa parte della dialettica politico-amministrativa, si aggiunge tutto il carico da novanta che piazzano quei consiglieri comunali di Brindisi che nel frattempo sono impegnati nella corsa in direzione di Bari con Francesco Schittulli presidente.

Mentre, infatti, i contestatori continuano a scuotere la testa di fronte alla foto scattata la mattina del 30 aprile scorso, quando il sindaco Mimmo Consales, è andato in aula da solo, i consiglieri di maggioranza si dicono pronti più che mai ad archiviare il conto consuntivo del 2014, vale a dire entrate ed uscite “vecchie” di un anno che testimoniano quanto è stato fatto dall’amministrazione cittadina. Nel passato, un capitolo a parte è costituito dallo sbilanciamento che ha portato i revisori a certificare un’elusione del patto di stabilità, rispetto alla quale è arrivata l’attenuante del ripiano della perdita della Multiservizi per un milione 598mila euro, rivendicata dal sindaco Mimmo Consales.

“Nessun problema”, dicono gli esponenti dei partiti di maggioranza  da Palazzo, dove oggi si sono incontrati, più esigenze di elezioni che non per appuntamento preso per questioni che attengono al bilancio. “I numeri ci sono, non ci spaventa né può creare tensione alcuna la diffida che per legge arriverà dalla Prefettura”.

E’ attesa nelle prossime ore la comunicazione con cui il massimo rappresentante locale del governo intimerà al Comune di Brindisi di procedere alla convocazione di un nuovo consiglio per l’adozione del conto consuntivo entro una certa data. Al massimo venti giorni a far data dal 30 aprile scorso. In caso contrario, qualora cioè non dovesse esserci alcuna fissazione del ritorno in aula, sarà lo stesso prefetto che procederà alla nomina di un commissario ad acta e allora il rischio dello scioglimento (tutti a casa, in altre parole) potrebbe diventare concreto e non solo ipotesi di cui parlare.

Dalla sede del Comune, più esattamente dall’ufficio del segretario generale Paola Giacovazzo, appena terminata la seduta del 30 aprile, è partita la nota con cui si dava informazione al prefetto della seduta andata deserta, così come imposto dalle disposizioni di legge. Non si sa se in quella lettera sia stato fatto espresso riferimento al mancato parere dei revisori dei conti che costituisce un allegato del consuntivo, quindi è un atto obbligatorio sia pur non vincolante. Val la pena di ricordare che la delibera sarebbe stata viziata da illegittimità nel caso in cui il conto consuntivo fosse stato messo in votazione.

Ad ogni modo, quel parere dei revisori, ad oggi (4 maggio) non è arrivato. Non ancora. Vero è che i componenti dell’organo di controllo interno all’amministrazione si sono incontrati per avviare lo studio della documentazione: si sono visti due volte, il prossimo incontro dovrebbe avvenire prima della fine della settimana. Sarà che proprio conoscendo il calendario dei lavori dei revisori, che il sindaco ritiene di tornare in aula per archiviare una volta per tutte  il caso consuntivo il 15 maggio prossimo.

Il sindaco Consales-3La nuova data non è certamente un mistero per nessuno, non dopo che Consales l’ha riferita a BrindisiReport che lo ha ascoltato a distanza di qualche ora dalla seduta andata deserta, con appendice di mugugni delle opposizioni. Così come non è sconosciuta un’altra data importante nella sezione di bilancio del Comune, ossia quella per l’approvazione del bilancio di previsione: per il primo cittadino si potrebbe discuterne il 28. In tal modo verrebbe rispettata la cronologia imposta da Roma e confermata, non essendoci stati avvisi di proroga.

Quanto agli uffici del Comune hanno operato la “ricognizione dei residui attivi e passivi da inserire nel Conto del Bilancio dell’esercizio finanziario 2014” , anche questa operazioni dovuta stando a quanto prescrivono le disposizioni di legge in materia: “sono stati determinati minori residui attivi per 1.606.914,05 euro e minori residui passivi per 2.827.420,81”

Sul piano, invece, politico è stata confermata la decisione del consigliere Luigi Sergi, ex Pri, ora Scelta Civica, di lasciare la maggioranza: l’esponente del partito di Mario Monti lo ha dichiarato questa mattina in apertura dei lavori della commissione consiliare alle Politiche abitative di cui è presidente. Non ha rassegnato le dimissioni. Ha rivendicato l’originaria impostazione del programma elettorale di Consales, sostenendo che gli impegni assunti non sono stati assolti, tanto da definire il governo cittadino inconcludente. Per questo motivo voterà contro il consuntivo.

Il sindaco ha già fatto sapere come la pensa, lasciando intendere che non si tratterebbe di questioni politiche, ma personali. Di più non ha aggiunto, ma ha lasciato intendere che in Consiglio esporrà i fatti per come li conosce. Saranno scintille. Forse prima ancora di aprire la votazione per il conto consuntivo, versione 2014.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consuntivo, in arrivo la diffida del prefetto. Nuova seduta forse il 15

BrindisiReport è in caricamento