«In procura gli atti del Consiglio di ieri»

BRINDISI - Dopo lo scontro furibondo tra Consales e Pennetta, il consigliere Giovanni Brigante chiede a presidente del consiglio e segretario generale del Comune di trasmettere alla procura le trascrizioni degli interventi nel consiglio comunale di ieri.

Giampiero Pennetta

BRINDISI - Il consigliere comunale Giovanni Brigante chiede che gli atti del Consiglio comunale tenutosi ieri pomeriggio siano inviati alla Procura della Repubblica, perché in alcuni interventi sono ravvisabili ipotesi di reato.

Il riferimento è ovviamente alla scontro rovente tra il sindaco Mimmo Consales ed il consigliere d'opposizione Giampiero Pennetta, che se le sono dette di santa ragione. Consales ha dato a Pennetta dell'estorsore, accusandolo di aver percepito decine di milioni di euro dal Comune attraverso gli affidamenti alla cooperativa Aporti, amministrata dalla moglie. Pennetta ha risposto a tono, accusando il primo cittadino di aver lavorato per anni all'ombra del Comune.

Un teatrino che a Palazzo di Città non si era mai visto. E ora Brigante chiede che i magistrati siano informati di quanto accaduto.

«Ritengo che ieri si sia toccato uno dei punti più bassi della storia del Consiglio comunale di Brindisi. In 40 anni di esperienza politica, non mi era mai accaduto di dover assistere a spettacoli così indecenti, nemmeno nei consigli di quartiere».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma non c'è solo una questione di forma alla base della richiesta dell'esponente di Sviluppo e Lavoro: «Lo scontro furibondo tra il sindaco Mimmo Consales e il consigliere Giampiero Pennetta, oltre a rappresentare una indecorosa caduta di stile, ha dato luogo ad accuse gravissime che non riguardano solo gli aspetti personali dei due contendenti, ma chiamano in causa l’istituzione pubblica. Per questo motivo invito il presidente del Consiglio comunale ed il segretario generale dell’Ente a trasmettere immediatamente alla Procura della Repubblica presso il tribunale di Brindisi le trascrizioni integrali degli interventi della seduta del 25 marzo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro sulla provinciale: muore un bambino di 16 mesi

  • Nuova ordinanza regionale: obbligo di mascherina anche in spazi all'aperto

  • Scontro fra auto e scooter sulla provinciale: muore il motociclista

  • Coronavirus, nuovo picco di contagi: 33 casi in Puglia, 4 nel Brindisino

  • Rapina in pieno giorno: banditi armati di taglierino assaltano banca

  • Marito aggredito con l'acido: la moglie non parla davanti al giudice

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento