Incendio doloso in una falegnameria

CAROVIGNO - Un incendio di natura dolosa ha distrutto la notte scorsa l'interno del magazzino di una falegnameria di via Pietro Nenni a Carovigno.

L'arrivo dei vigili del fuoco (repertorio)

CAROVIGNO - Un incendio di natura dolosa ha distrutto la notte scorsa l'interno del magazzino della falegnameria di via Pietro Nenni a Carovigno di Mario Colucci, incensurato. Le fiamme causate da quanto hanno accertato i vigili del fuoco del distaccamento di Ostuni, intervenuti per spegnere il rogo, sono state generate da tre inneschi creati con l'utilizzo della segatura. Hanno divorato l'interno del magazzino dove era accatastato legname e alcuni manufatti.

L'intervento dei vigili del fuoco è stato richiesto all'una della notte scorsa quando qualcuno ha notato fumo e fiamme uscire dalla falegnameria di via Nenni. Oltre ai pompieri sul posto si sono recati i carabinieri della locale stazione che, unitamente ai militari della compagnia di San Vito, guidata dal capitano Ferruccio Nardacci, hanno proceduto con il sopralluogo di rito e avviato le indagini tese all'identificazione dei piromani.

Il magazzino andato distrutto non ha subito danni strutturali e l'agibilità della falegnameria, che non è coperta da assicurazione, non è stata compromessa. Al vaglio degli investigatori ci sono anche i fotogrammi delle telecamere di sorveglianza presenti nella zona, importante ai fini delle ricerche dei responsabili di questo attentato incendiario, sarà, comunque, la collaborazione della vittima. Al momento si indaga a 360 gradi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento