Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Incubo tagli: l'assessore Caroli incontra dipendenti Provincia. Lettera al governo

I parlamentari e i consiglieri regionali della provincia, oltre ai sindacati, hanno sottoscritto insieme ai dipendenti della Provincia di Brindisi un documento destinato al governo regionale e, per conoscenza, a quella nazionale. Questi chiedono con "urgenza" che si faccia chiarezza su "quali deleghe saranno assegnate dalla Regione alla Provincia entro il 31 dicembre

BRINDISI – I parlamentari e i consiglieri regionali della provincia, oltre ai sindacati, hanno sottoscritto insieme ai dipendenti della Provincia di Brindisi un documento destinato al governo regionale e, per conoscenza, a quella nazionale. Questi chiedono con “urgenza” che si faccia chiarezza su “quali deleghe saranno assegnate dalla Regione alla Provincia entro il 31 dicembre, quali le risorse per continuare ad erogare i servizi alla popolazione e, naturalmente, di conservare l’attuale livello occupazionale della Provincia di Brindisi e della società in house Santa Teresa spa, cioè, senza che vada perso alcun posto di lavoro”.

I dipendenti dell’ente hanno proclamato venerdì scorso (19 dicembre) lo stato d’agitazione, con l’occupazione dell’edificio di via Annibale De Leo e della biblioteca provinciale di viale Commenda. In gioco ci sono parte dei circa 300 posti di lavoro diretti, inclusa la polizia provinciale, ed i circa 150 della società in house Santa Teresa, mentre la società di cartolarizzazione degli immobili di proprietà della Provincia, la Terra di Brindisi Srl, ha solo un dipendente, l’amministratore unico.

Convocato dal presidente Maurizio Bruno, l’incontro odierno ha registrato la presenza dell’assessore regionale al Lavoro, Leo Caroli, dei senatori Pietro Iurlaro e Salvatore Tomaselli, dei consiglieri regionali Giovanni Brigante, Giovanni Epifani, Maurizio Friolo e Antonio Scianaro, e dei sindacalisti, sia della segreteria generale che quelli della Funzione Pubblica. In giornata, infatti, il governo nazionale ha approvato la legge di Stabilità “che di fatto – si legge in una nota della Provincia - con i tagli delle risorse economiche previsti, non tutelerebbe né i lavoratori degli stessi enti, né la normale somministrazione dei servizi essenziali della Provincia ai cittadini”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incubo tagli: l'assessore Caroli incontra dipendenti Provincia. Lettera al governo

BrindisiReport è in caricamento