rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Politica

Intervento/ "Consales vuole mettere in liquidazione la Multiservizi"

Non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire. Lo avevamo detto in tempi non sospetti che di questo passo, con una gestione a dir poco pessima della vicenda Multiservizi da parte del sindaco Consales e della sua maggioranza di centro sinistra-nuovo centro destra, il rischio di una messa in liquidazione della società sarebbe stato concreto e reale

BRINDISI - Riceviamo e pubblichiamo un intervento dei gruppi consiliari di  centrodestra sulla questione Brindisi Multiservizi.

Non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire! Lo avevamo detto in tempi non sospetti che di questo passo, con una gestione a dir poco pessima della vicenda Multiservizi da parte del sindaco Consales e della sua maggioranza di centro sinistra-nuovo centro destra, il rischio di una messa in liquidazione della società sarebbe stato concreto e reale!

La cosa ancora più grave e' che probabilmente tale evenienza pare sia direttamente ascrivibile ad una precisa volontà del socio Comune di Brindisi. Se è vero, come risulta dalla fitta corrispondenza tra il sindaco e l'amministratore unico della società, che i rapporti tra quest'ultimo (tra l'altro nominato proprio dal sindaco) e l'amministrazione Consales siano ormai deteriorati, causa una diversità di vedute su come si è' deciso di affrontare il disallineamento dei crediti vantati dalla Multiservizi nei confronti del socio Comune di quasi 5 milioni di euro, se è vero che le continue fibrillazioni della maggioranza che sostiene Consales produrranno un quarto esecutivo e una diversa distribuzione degli incarichi delle partecipate dove proprio quello della Multiservizi pare sia quello più attenzionato, se è vero che il nuovo c'entra destra pare abbia deciso di sacrificare il pur valido amministratore unico della Multiservizi avvocato Arigliano per una migliore visibilità in giunta sia qualitativa che quantitativa, se tutto ciò risulta vero altrettanto vero e' che sarà molto difficile se non impossibile giustificare la volontà del Comune di mettere in liquidazione la società per motivi di dissesto finanziario stante il fatto il fatto che la società vanta crediti nei confronti del socio Comune, tra l'altro validati seppur in via monitoria dal Tribunale di Brindisi attraverso decreti ingiuntivi resi provvisoriamente esecutivi, per circa 3. milioni e 500 mila euro!

Anche in questo caso la banda Consales, se tutto ciò dovesse risultare vero, produrrà l'ennesimo fallimento cosa ancor più grave sulla pelle di 175 famiglie! Lo avevamo denunciato che portando a perdita le legittime pretese creditorie della Multiservizi l'Amministrazione Consales avrebbe portato a sicura liquidazione la stessa! Ora capiamo anche il perché! La cosa che deve far riflettere e che questa Amministrazione a parole voleva salvare la società nei fatti fa esattamente il contrario.

Il dubbio a questo punto diventerà certezza: i problemi di natura finanziaria della Società sono stati artatamente creati per giustificare una temeraria messa in liquidazione della stessa e contestualmente azionare l'unico modo giuridicamente legittimo di rimozione  di un amministratore unico scomodo e poco condizionabile ed in più per soddisfare gli appetiti di qualche forza politica!

Sappiano i lavoratori della Multiservizi che i gruppi consiliari di centro destra, così come fatto in passato con la trasformazione a capitale pubblico della stessa, saranno vigili e contrasteranno con forza questa ingiustificata,  insensata, per alcuni versi squallida scelta che probabilmente porterà magari anche a contratti di solidarietà a carico dei lavoratori che non hanno nessuna colpa e sui quali Consales & co. faranno ricadere tutta loro sciatteria, incompetenza , inettitudine, che li sta contraddistinguendo da quando si sono insediati!

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intervento/ "Consales vuole mettere in liquidazione la Multiservizi"

BrindisiReport è in caricamento