Martedì, 26 Ottobre 2021
Politica

"Si decidano in consiglio comunale i rapporti con l'Enel"

Riceviamo e pubblichiamo una nota del Partito democratico di Brindisi sui rapporti fra la sindaca Angela Carluccio e una parte della maggioranza

Riceviamo e pubblichiamo una nota del Partito democratico di Brindisi sui rapporti fra la sindaca Angela Carluccio e una parte della maggioranza.

Un Sindaco ed una maggioranza che galleggiano tra la farsa e la tragedia. E’ questo il commento sarcastico di Antonio Elefante – capogruppo PD al Consiglio Comunale di Brindisi – sulle ultime vicende che hanno visto il Sindaco Carluccio delegittimare il gruppo dei Cor, il più numeroso della sua maggioranza.

Insomma la situazione è tragica e comica insieme: non solo i partiti che hanno contribuito al suo successo elettorale restano ignari delle azioni segrete intraprese dalla Sindaca (o chi per lei!), ma, come se non bastasse, il suo Portavoce – nominato con i voti di tutta la maggioranza (o quel che ne rimane) – risponde alle rimostranze con un secco “favete lingus” (state zitti!) .

Se qualcuno è rimasto sorpreso da questa reazione, noi non lo siamo stati. Così come non siamo rimasti sorpresi dall’assordante silenzio dell’altra parte della maggioranza, quella che fino ad oggi si è prostrata, magari sol perché ha ricevuto contentini o promesse future. 

Piuttosto siamo preoccupati ed amareggiati da come l'entourage della Carluccio pensi di gestire in assoluta autonomia la delicata ed annosa questione dei rapporti con Enel.

Certo, non è la prima volta che il Sindaco e la sua parte politica mortificano i propri alleati e mancano di rispetto a tutte le rappresentanze dei cittadini. Dopo la questione dell'area ex Pol, è l’ennesima dimostrazione che la trasparenza, il confronto democratico e la partecipazione tanto sbandierate in campagna elettorale non erano altro che promesse di Pinocchio.

Noi del Partito Democratico denunciamo con forza questo atteggiamento arrogante ed autocratico, essendo ben consci, tra l’altro, che il Primo Cittadino non ha ancora dimostrato di essere all’altezza e di possedere l’esperienza necessaria per gestire questioni così delicate.

Dopo questa ulteriore gaffe alla Carluccio non resta altro che chiedere scusa a tutti e portare in Consiglio Comunale la questione dei rapporti con le società che operano sul nostro territorio. 

E’ quella la sede deputata a decidere dei rapporti con Enel e tutti gli altri gruppi: è alla luce del sole che si decide se rapportarsi, l’eventuale delegazione che deve rappresentare la città di Brindisi ed i contenuti ed i limiti dell’eventuale mandato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Si decidano in consiglio comunale i rapporti con l'Enel"

BrindisiReport è in caricamento