rotate-mobile
Politica

"Io sospeso da FdI? Continuerò a fare il consigliere e il presidente di commissione"

Dopo il provvedimento cautelare Roberto Quarta stila una nota e contrattacca: "Iniziativa costruita ad arte e richiesta dal gruppo consiliare di Fratelli d'Italia"

BRINDISI - Dopo la sospensione cautelare a carico del consigliere comunale Roberto Quarta da Fratelli d'Italia, lo stesso annuncia che continuerà la propria attività di presidente della commissione Ambienta, oltre che quella di consigliere. Si legge in una nota del diretto interessato: "Prendo atto della decisione del coordinatore provinciale Luigi Caroli. Non intendo fare polemica in un momento delicato della campagna elettorale per le elezioni europee, che vede il nostro leader Giorgia Meloni impegnata a portare in alto i nostri ideali e valori". Tra l'altro, proprio l'elezione alla presidenza della commissione è stata il primo casus belli. La candidata sostenuta dal centrodestra era infatti Maria Lucia Vantaggiato, ma Quarta riuscì a spuntarla sulla capogruppo, grazie al sostegno dell'opposizione. Prosegue Quarta: "In egual misura ritengo doveroso il rispetto nei confronti di tutti quei cittadini che mi hanno dato il loro consenso contribuendo a farmi eleggere consigliere comunale, carica che intendo ancora assolvere con il massimo impegno, coerenza e trasparenza".

Tra Quarta e lo stesso Caroli si erano sprecati i comunicati stampa al vetriolo, sino alla sospensione cautelare. Per Caroli Quarta si sarebbe dimostrato "continuativamente impegnato in una campagna demolitoria del partito, soprattutto sul piano cittadino e provinciale, e che i sistematici suoi ammiccamenti alla sinistra e l'opposizione, parteggiano per il fatto che si sia già posto al di fuori di Fratelli D’Italia". Di tutt'altro avviso quarta: "Per questo fino a quando non saranno esauriti i tempi di questa iniziativa costruita ad arte e richiesta dal gruppo consiliare di Fratelli d'Italia (De Maria, Vantaggiato, Borromeo, Sticchi, Mevoli) con l'avvallo del Caroli, fino a quando i vertici di partito e di garanzia non si esprimeranno con decisioni definitive su una situazione che perdura da quasi due anni, nell'interesse supremo della mia città e dei cittadini tutti, continuerò la mia attività di presidente della commissione Ambiente come quella di consigliere comunale. Il mio ruolo politico, ancor prima da uomo libero è, e sarà sempre espressione di un gruppo di uomini e donne che hanno una dignità e che non sarà mai in vendita".

Rimani aggiornato sulle notizie dalla tua provincia iscrivendoti al nostro canale whatsapp: clicca qui.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Io sospeso da FdI? Continuerò a fare il consigliere e il presidente di commissione"

BrindisiReport è in caricamento