Lunedì, 18 Ottobre 2021
Politica

Istruzione: ecco l'ambizioso progetto del Comune. C'è anche un piano mensa

L'assessore all'Istruzione, Gioacchino Margarito, ha presentato questa mattina in conferenza stampa, a palazzo Nervegna, il progetto Educativo Territoriale di Brindisi. L'assessore senza molte perifrasi entra subito nel merito del progetto: "L'amministrazione comunale ritiene fondamentale l'istruzione per i bambini di questa città"

BRINDISI- L’assessore all’Istruzione, Gioacchino Margarito, ha presentato questa mattina in conferenza stampa, a palazzo Nervegna, il progetto Educativo Territoriale di Brindisi. L’assessore senza molte perifrasi entra subito nel merito del progetto: “L’amministrazione comunale ritiene fondamentale l’istruzione per i bambini di questa città, i bambini di Brindisi devono avere le condizioni più idonee alla formazione fino all’università”. 

Un protocollo ad hoc per le nuove generazioni, che dal punto di vista organizzativo vede presenti due organi, il comitato di coordinamento e gruppi di lavoro a sostegno dei ragazzi e del progetto in cui sono presenti tutte le componenti: il comune, i genitori, i dirigenti e i docenti che avranno tutti eguale spazio di manovra. 

Un piano di lavoro questo che sembra avere un ampio respiro a detta dell’assessore, che sottolinea: “Dobbiamo formare i presupposti per una co-progettazione comune che coinvolga e veicoli sia le esigenze del territorio sia quella delle famiglie”. Una manovra che ha come obiettivo quello di creare un’asse verticale, un coordinamento tra i diversi comprensivi, per superare il limite dello “scollegamento che di fatto” esiste nell’istruzione territoriale odierna.

I gruppi di lavoro sono basati sulla progettazione individuata sulla legalità, sull’ambiente, sulla possibilità di internazionalizzazione delle conoscenze.
Particolare attenzione è stata data nel protocollo, alla creazione di un comitato comunale mensa, che probabilmente sarà strutturato su base nominale: “Noi riteniamo che i pasti debbano essere uguali per tutti e quindi l’idea di avere un’alimentazione condivisa su un tavolo comunale, che eviti di entrare nello specifico del singolo plesso ma che guardi nel suo complesso alle problematiche”.

Il piano di lavoro sembra essere ambizioso visti i termini in cui è stato presentato e visti i principi sui quali è stato costruito a detta dell’ assessore: “Principi di sussidiarietà e democrazia”. 

“Comunque l’amministrazione comunale - interviene Gaetano Padula, dirigente dell’ufficio Pubblica istruzione - si ritiene molto vicina alle esigenze delle istituzioni scolastiche”, infatti  “il percorso di crescita fatto di scambi costruttivi,  è  nuovo e siamo certi che questo strumento va in una direzione che ci permette di ottenere i risultati prefissati”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Istruzione: ecco l'ambizioso progetto del Comune. C'è anche un piano mensa

BrindisiReport è in caricamento