Sabato, 12 Giugno 2021
Politica

Itst Fermi di Francavilla Fontana: la nuova sede non sarà in fiera

Sul fronte tributi il Consiglio Comunale ha approvato la rateazione della Tari. Pronta l'istituzione di una Consulta per la mobilità sostenibile

FRANCAVILLA FONTANA - Ieri, giovedì 27 maggio, a Castello Imperiali si è tenuta una intensa seduta del Consiglio Comunale di Francavilla Fontana. L’assise cittadina, con la mozione presentata dai consiglieri Balestra, Galiano e Ferreri, è tornata a parlare della nuova sede dell’Itst Fermi. Il sindaco Antonello Denuzzo ha illustrato le ragioni che impediscono di pensare all’ex polo fieristico in quanto l’area non è pienamente di proprietà comunale e comunque ha una estensione assolutamente insufficiente per le necessità del nuovo Fermi. Il terreno in questo momento al vaglio delle amministrazioni comunale e provinciale si trova nell'area nord della Città ed è di proprietà pubblica.

La mozione, che intendeva impegnare l’Amministrazione Comunale nell'individuazione dell’area dove collocare il nuovo Fermi, è stata respinta dal Consiglio in quanto la Giunta è già da tempo al lavoro in tal senso. “Il nuovo Fermi – spiega il sindaco Antonello Denuzzo – è un’opera attesa da decenni. D’intesa con la Provincia e con la dirigenza scolastica siamo al lavoro per definire la soluzione migliore per la scuola e per l’intera cittadinanza. Per quanto di nostra competenza, l’Amministrazione Comunale farà tutto il possibile”.

Sul fronte tributi il Consiglio Comunale ha approvato la rateazione della Tari (imposta sui rifiuti) per l’anno 2021. La scadenza delle quattro rate è stata fissata nel 30 giugno, 31 agosto, 31 ottobre e 31 dicembre. Novità in arrivo per quanto riguarda la mobilità con l’istituzione di una Consulta per la mobilità sostenibile e la sicurezza stradale. L’organo coinvolgerà attivamente la cittadinanza nei processi di rinnovamento della mobilità urbana che, nei prossimi mesi, sarà disciplinata dal Pums (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile).

“La Consulta per la mobilità sostenibile e la sicurezza stradale – dichiara l’assessore alla Mobilità Sostenibile Sergio Tatarano – introduce un elemento di democraticità nel cammino verso l'affermazione della mobilità alternativa. Esperti ed esperte, associazioni ma anche le famiglie e il mondo della scuola potranno fornire il proprio contributo nella individuazione di percorsi sostenibili, concordando anche soluzioni come quelle dei percorsi casa-scuola, a cui abbiamo lavorato fin dal nostro insediamento e a cui teniamo in modo particolare”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Itst Fermi di Francavilla Fontana: la nuova sede non sarà in fiera

BrindisiReport è in caricamento