Politica

Resa nota la lista degli "impresentabili": sono 17, c'è anche De Luca

"Rendiamo noti i nomi degli impresentabili l'ultimo giorno prima del voto perché non vogliamo entrare nella competizione elettorale. Non è nostro interesse, vogliamo invece dare un dato di chiarezza ai cittadini fornendo dati che per loro non sarebbero stati accessibili"

"Rendiamo noti i nomi degli impresentabili l'ultimo giorno prima del voto perché non vogliamo entrare nella competizione elettorale. Non è nostro interesse, vogliamo invece dare un dato di chiarezza ai cittadini fornendo dati che per loro non sarebbero stati accessibili. Questa è una fotografia della qualità del personale politico che stanno votando". Lo ha detto Rosy Bindi presidente della Commissione bicamerale antimafia nella conferenza stampa in cui oggi ha presentato l'elenco dei candidati alle regionali che non rispettano il codice di regolamentazione della commissione. Con una battuta anche per il premier e segretario del suo partito, il Pd. Renzi dice che la lista degli impresentabili è un atto autoreferenziale della commissione Antimafia? "Saremmo inadempienti se non facessimo questo lavoro. Non è un lavoro autoreferenziale, ma un'informazione per i cittadini e anche per i partiti" ha detto la Bindi. "Dispiace che nessuno si sia scandalizzato in questo mese per le tante calunnie, illazioni uscite sulla stampa, ma per una lista. Fanno meno paura 100 calunnie che un dato di chiarezza".


Ecco la lista dei 17 impresentabili, 13 della Campania e 4 della Puglia, in cui spicca quello del candidato governatore della Campania, Vincenzo De Luca: Antonio Ambrosio, candidato per Forza Italia in Campania; Luciano Passariello, candidato in Campania per Fratelli d'Italia, Fabio Ladisa, candidato in Puglia per "Popolari per Emiliano"; Sergio Nappi, candidato in Campania per "Caldoro presidente"; Vicenzo De Luca, candidato presidente per la Regione Campania; Fernando Errico, candidato in Campania per Ncd; Alessandrina Lonardo, candidata in Campania per Forza Italia; Francesco Plaitano, candidato in Campania per "Popolari per l'Italia"; Antonio Scalzone, candidato in Campania per "Popolari per l'Italia"; Raffaele Viscardi, candidato in Campania per "Popolari per l'Italia"; Domenico Elefante, candidato in Campania per il Centro Democratico; Enzo Palmisano, candidato in Puglia per il "Movimento politico per Schittulli - Area popolare"; Biagio Iacolare, candisato in Campania per l'Udc; Giovanni Copertino, candidato in Puglia per Forza Italia; Massimiliano Oggiano, candidato in Puglia per "Oltre con Fitto"; Carmela Grimaldi, candidata in Campania con "Campania in Rete"; Alberico Gambino, candidato in Campania per Fratelli d'Italia.

Le donne tra i 17 impresentabili sono dunque due: la più famosa è Alessandrina Lonardo, Sandra, ex presidente del consiglio regionale della Campania e moglie di Clemente Mastella. La Lonardo, oggi candidata con Forza Italia per Stefano Caldoro, è in attesa di giudizio per il reato di tentata concussione. Dei pugliesi inclusi nella lista si è già scritto. Dei 13 'impresentabili' campani, Antonio Scalzone, nella lista di Popolari per l'Italia, già nelle scorse settimane aveva annunciato il ritiro della candidatura poi formalizzato con la specifica lettera di rinuncia protocollata all'ufficio elettorale della Corte d'Appello di Napoli


 



 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Resa nota la lista degli "impresentabili": sono 17, c'è anche De Luca

BrindisiReport è in caricamento