rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Politica

La Gelmini al comizio di Cavalera. Roberto Speranza incontra Riccardo Rossi

I big della politica nazionale "sfilano" a Brindisi per la volata finale della campagna elettorale

BRINDISI – I big della politica nazionale "sfilano" a Brindisi per la volata finale della campagna elettorale. Dopo il comizio di Matteo Salvini, che stasera (6 giugno) ha richiamato un gran numero di persone a piazza Vittoria, giovedì sarà la volta di Mariastella Gelmini e Roberto Speranza.

La Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera, alle ore 20 salirà sul palco allestito presso piazza Vittoria per il comizio finale del candidato sindaco Roberto Cavalera, a capo di una coalizione di centrodestra. Ad annunciare l'arrivo di uno degli esponenti di spicco di Fi è stato il deputato Mauro D'Attis. 

"L’intervento del èresidente del Gruppo alla Camera dei Deputati  - si legge in una nota - è la testimonianza dell’impegno con cui Forza Italia sostiene il progetto di città portato avanti dall’avv. Cavalera. Saranno presenti i candidati di tutte le liste della coalizione e porteranno il loro saluto dal palco i rappresentanti di Forza Italia, Udc-Brindisi Virtuosa, Partito Repubblicano, Brindisi in Alto, Brindisi Popolare e Idea".

Mariastella Gelmini-2

Roberto Speranza, deputato e coordinatore di Liberi e Uguali, domani pomeriggio, alle ore 18, incontrerà Riccardo Rossi, candidato sindaco della coalizione di centrosinistra (Leu, Brindisi bene comune, Pd, Ora tocca a noi), i candidati consiglieri della stessa coalizione e i sostenitori, presso il comitato elettorale situato in corso Garibaldi 94.

Speranza-01-2

Venerdì (8 giugno) sarà la volta del ministro del Lavoro e vicepresidente del Consiglio Luigi Di Maio, che alle ore 21, ai piedi della scalinata Virgilio, terrà un comizio a sostegno del candidato sindaco del Movimento 5 stelle, Gianluca Serra. Insieme al capo politico del Movimento verrà a Brindisi anche il giornalista Pierluigi Paragone, volto noto della tv, neoeletto al Senato fra le file dei pentastellati. 

Luigi Di Maio-3

Rossi: proposta sul manto stradale

Alle ore 18,30 di domani, sempre presso il comitato di corso Garibaldi,, Riccardo Rossi illustrerà una serie di iniziative che il suo eventuale esecutivo attuerà nei primi 100 giorni, in caso di elezione. Fra questi vi è il tema della condizione del manto stradale, una questione particolarmente sentita dai brindisini, per l’impressionante numero di buche e sconnessioni di cui sono costellate le strade urbane. 

“In questi giorni – si legge in una nota di Rossi - il gruppo Enel ha avviato in città il progetto Open Fiber che consiste nel cablaggio di gran parte della città di Brindisi con la posa della fibra ottica. Un progetto importante che doterà la città di una rete di telecomunicazioni ad alta velocità”.

“Per cablare la città con la fibra otica però  - prosegue Rossi - si utilizzerà in molte zone della città la tecnica dello scavo del manto stradale per realizzare la trincea nella quale posare il cavo in fibra ottica. In molte città come Padova, Latina e Bari in cui si sta realizzando questo progetto numerose sono le criticità emerse proprio sul problema dello scavo del manto stradale”.

“Per questo come prossima amministrazione - dichiara ancora Rossi - vogliamo subito rivedere la convenzione tra Comune ed Enel per prevedere tutte le migliorie che in città come Padova e Bari sono state ottenute. In particolare vogliamo ottenere migliori condizioni per il ripristino delle strade. Vogliamo che Enel, come avvenuto a Bari, si impegni a realizzare il rifacimento di metà carreggiata e non solo i 50 centimetri della trincea, previsti dal decreto scavi.  In tal modo otterremo il rifacimento di gran parte delle strade di Brindisi”.

“Inoltre – aggiunge il candidato sindaco - sarà indispensabile, come avvenuto a Padova, nominare un collaudatore che monitori i cantieri e produca un report aggiornato quotidianamente. Così come rivedere la fidejussione che oggi è prevista in 20 mila euro ma che a Padova è stata portata a 2,5 milioni di euro per potersi rivalere sui ripristini del manto stradale”. 

Anche a Brindisi un museo della radio e della tecnologia

Da una proposta dell’on Mauro D’Attis nascerà presto anche a Brindisi il museo della Radio e della Tecnologia. In questi giorni si sta  Mauro D'Attis-5-18costituendo l’associazione che vedrà tra soci fondatori lo stesso on. Mauro D’Attis, l' ex presidente di una delle più importanti associazioni culturali di Brindisi e oggi candidato al consiglio comunale nelle liste di Forza Italia Teodoro Iaia e Giuseppe Calcagno il principale collezionista che porterà in mostra parte della sua collezione. Il Museo raccoglierà collezioni private, donazioni e ricercherà oggetti autentici da collezione.

Sarà dunque un idea che svilupperà il connubio tra la passione dei cittadini privati e la sensibilità della prossima amministrazione locale atto necessario verso le tematiche di sviluppo sociale, culturale ed economico del territorio.

Giuseppe Calcagno-2L’associazione appena costituita individuerà una sede logisticamente attrattiva per i turisti. Il nascente museo raccoglierà, per la maggior parte, collezioni e oggetti del luogo per identificarsi meglio nella città e facendo conoscere così attraverso le collezioni le persone, gli usi e le tradizioni. Il museo è un luogo in cui la conoscenza del passato deve aiutare a vivere il proprio presente e preparare al futuro.

“Sono molto felice che l’on Mauro D’Attis abbia individuato in me e Giuseppe Calcagno le persone giuste per fondare questa associazione, dice Teodoro Iaia. Nella creazione del Brand Brindisi, punto importante del programma a cui stiamo lavorando e che stiamo spiegando ai cittadini in questi giorni con il candidato sindaco Roberto Cavalera, questo museo sarà il primo passo concreto verso quella strada. E’ una bellissima idea e siamo pronti a farne un motivo di attrazione per Brindisi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Gelmini al comizio di Cavalera. Roberto Speranza incontra Riccardo Rossi

BrindisiReport è in caricamento